Roma, la morte della piccola Elisa dopo due trapianti di midollo commuove il web. «Addio, guerriera»

Giovedì 9 Aprile 2020
4
La piccola guerriera non ce l'ha fatta. Dopo tre anni di lotta, in ospedale, è morta. Elisa Pardini, la bimba di quasi sei anni, di Azzano Decimo, affetta da una gravissima forma di leucemia, se ne è andata oggi al Bambin Gesù di Roma.  Più di tre anni di ricovero e due trapianti di midollo. Lo ha annunciato il papà Fabio nel profilo social che aveva utilizzato per la campagna di sensibilizzazione alla donazione del midollo. «Elisa, il nostro cucciolo, ci ha lasciati soli: è morta. E io e la mamma Sabina con lei», il messaggio del papà.

Tantissimi i messaggi su Facebook per la piccola. 
«Otre tre anni di attese, speranze, preoccupazioni, illusioni. Elisa ha lottato per tutto questo tempo chiusa in una stanza sterile all'Ospedale Bambin Gesù di Roma e con lei i genitori Sabina e Fabio. Senza retorica, ma davvero quando ci lamentiamo del dover stare a casa per questo c..di virus (ed è cosa sicuramente complessa) pensiamo a questa famiglia - privata di tantissime libertà - alle cui sofferenze per la perdita di Elisa si aggiungerà quella di non poter celebrare un degno funerale»




«Arrivederci piccola guerriera! Ci hai fatti innamorare di te per la tua forza e la tua voglia di vivere, capace di insegnarci che si può saltare e ridere anche stando legati ad un letto per decine di mesi (altro che la nostra quarantena!). Un abbraccio a Sabina e Fabio con cui per anni siete stati un tutt'uno: cari genitori, siete unici! Elisa non avrebbe potuto avere una mamma e papà migliori! Non ho più parole». 
  © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani