Prof salva la vita a un 17enne colpito da arresto cardiaco durante l'ora di educazione fisica

Giovedì 26 Settembre 2019
Prof salva la vita a un 17enne colpito da arresto cardiaco durante l'ora di educazione fisica

È vivo per miracolo un 17enne di Taranto, che durante l'ora di eucazione fisica è stato colpito da un arresto cardiaco. Soltanto il tempestivo intervento dell'insegnante ha salvato la vita al giovane studente pugliese. È mezzogiorno quando all'Istituto Iiss Pacinotti di Taranto, Marco (nome di fantasia), comincia con i compagni a passo lento una corsa di riscaldamento durante l'ora di ginnastica. Improvvisamente cade a terra, non risponde. Immediatamente il professore di scienze motorie Mauro Alessano si precipita su di lui. Verifica che il giovane è in arresto cardiaco, chiama il 118 e inizia subito il massaggio cardiaco.

LEGGI ANCHE Che fare se un familiare si sente male? Sul sito del 118 le regole del primo soccorso
 


Continua ad effettuare ininterrottamente per 9 minuti le compressioni toraciche sotto la supervisione della Centrale Operativa 118 di Taranto. All'arrivo sul posto di due equipaggi del 118 mandati in codice rosso, di cui uno con infermiere e l'altro con medico e infermiere, il ragazzo viene defibrillato e stabilizzato. Il cuore riprendere a battere. Trasportato in ospedale si sveglia, senza esiti neurologici. «L'insegnamento del Primo Soccorso nella scuola salva la vita. Quello che è accaduto oggi a Taranto è di straordinaria importanza perchè ci dà ragione: imparare a scuola il Primo Soccorso significa ridurre le morti evitabili», commenta Mario Balzanelli, direttore della Centrale Operativa-Sistema 118 di Taranto e Presidente della Società Italiana Sistema 118.

LEGGI ANCHE Bimbo di 13 mesi sta per morire soffocato, pediatra lo salva in mezzo alla strada

«Il professor Alessano, che ogni anno promuove questi corsi nel suo istituto e a cui partecipa è la dimostrazione che per realizzare una Scuola realmente cardioprotetta, le competenze rianimatorie di base, che includono il massaggio cardiaco e la defibrillazione precoce semiautomatica, devono essere quanto prima trasferite nella scuola italiana». «È urgente - conclude - addestrare i docenti su questa efficacissima competenza rianimatoria salvavita, priorità assoluta su cui sollecitare il ministro dell'Istruzione Fioramonti».

Ultimo aggiornamento: 20:55 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Nel bagno delle donne il messaggio che gli uomini non scriverebbero mai

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma