Due anziani morti e 75 positivi nella casa di cura dopo la festa per il vaccino, indagano i Nas

Covid, cluster da 75 positivi in Rssa pugliese dopo festa per il vaccino. Indagano i Nas
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 3 Febbraio 2021, 20:06 - Ultimo aggiornamento: 20:08

Due anziani morti e 75 contagiati in una Rssa di Adelfia (Bari), dove recentemente sono state somministrate le prime dosi di vaccino anti Covid. Accade nella struttura «Casa Caterina» dove la vaccinazione era stata salutata con una festa a base di musica e balli. La scoperta del cluster risale al 22 gennaio e inizialmente i positivi erano 28, ma nel giro di una settimana il coronavirus ha raggiunto un alto numero di ospiti. Il fatto ha insospettito i carabinieri del Nas, che hanno aperto un'indagine per stabilire se ci siano o meno delle responsabilità. In particolare gli inquirenti vogliono stabilire se l'esplosione dei positivi sia direttamente collegata alla festa, e fanno sapere che se emergeranno delle criticità, verrà informata la Procura.

Il sospetto è che il virus circolasse già all'interno della Rssa e che la festa ne abbia determinato una maggiore diffusione. I carabinieri hanno già acquisito la documentazione relativa al personale e alla organizzazione della struttura. L'attività di controllo nelle residenze per anziani fa parte di un monitoraggio costante che riguarda tutte le strutture ma che, in questo caso, punta anche ad accertare eventuali irregolarità nelle procedure per prevenire il rischio contagio.

Formia, documenti falsi per prosciugare il conto di un anziano ricoverato in una Rsa: coppia arrestata

© RIPRODUZIONE RISERVATA