Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Andreea Rabciuc, il fidanzato nega le accuse ma non si dà pace: «Forse avrei potuto fermarla»

La ragazza è scomparsa dal 12 marzo e l'uomo è indagato per sequestro di persona

Andreea Rabciuc, il fidanzato nega le accuse ma non si dà pace: «Forse avrei potuto fermarla»
3 Minuti di Lettura
Venerdì 15 Aprile 2022, 15:22 - Ultimo aggiornamento: 16 Aprile, 06:42

Il giallo della scomparsa di Andreea Rabciuc non si risolve, ma il fidanzato Simone Gresti continua a respingere le accuse. La ragazza è scomparsa dal 12 marzo e l'uomo indagato per sequestro di persona «si rimprovera che quando in passato lei si è allontanata, lui ha fatto sempre l'impossibile per riportarla a casa». Sono le parole del legale di fiducia di Gresti, l'avvocato Emanuele Giuliani, che sta assistendo al sopralluogo nell'area nelle campagne di Montecarotto posta sotto sequestro, dove Andreea e Simone avevano trascorso la notte tra l'11 e il 12 marzo. 

Cadavere ritrovato nel Po: la pista di Andreea Alice Rabciuc, la campionessa scomparsa dopo una festa

«È successo altre volte, lei ha vissuto 8 mesi a casa sua insieme ai suoi genitori - ha spiegato il legale -. Quella mattina avrebbe potuto trattenerla, correrle dietro? Questo è quello che lui si chiede: "l'ho fatto tante volte...". Forse ha avuto un momento di stanchezza, forse questa è l'unica cosa che potrebbe essere il suo cruccio».

Andreea Rabciuc, il fidanzato si difende: «Non è sparita, si è solo nascosta». Lei al padre: sono nei guai

 

Gresti dice che non ha motivo di ritenere che sia successo qualcosa di grave, «ma bisogna capire se si tratta di una speranza oppure di una convinzione. Lui però non si sa dare una spiegazione di dove potrebbe essere». Un allontanamento, l'ennesimo, che secondo l'avv. Giuliani, il suo assistito ha legato «all'aspetto caratteriale di Andreea. Lui l'ha descritta come uno spirito libero...». Per cercare di capire che cosa è successo, Gresti «si è concentrato su quello che aveva ha disposizione, i social network», tanto più che «lei è molto abile con le tecnologie, ha vari profili. Poi però - ha sottolineato il legale - bisogna capire chi ha utilizzato cosa, come si clona un profilo».

 

Simone gresti è «sereno»

È «sereno» Simone Gresti. Anzi, il 43enne «è tranquillissimo», secondo il suo legale. Anche perché è convinto che Andreea sia viva, stia bene e «si stia nascondendo» come ha già fatto in passato. Campionessa di tiro a segno, di origine romena, corporatura atletica, occhi nocciola, capelli corti scuri con meches blu, vari piercing sul volto e tatuaggi sul corpo, Andreea non era nuova a momenti in cui staccava, allontanandosi da tutto e tutti, secondo il fidanzato, che in questi giorni si è affidato ai microfoni di Chi l'ha visto per ribadire che Andreea non si fa viva, ma è in giro da qualche parte e addirittura ha lasciato tracce di attività sui social, su canali però condivisi con Simone: un video apparentemente caricato il 24 marzo, 12 giorni dopo la scomparsa, like lasciati a vari post, anche un canzone, sembra, scaricata da Youtube.

© RIPRODUZIONE RISERVATA