Massimo Bottura dal 25 al 27 settembre a Rimini con il Circo “8 1/2 dei sapori” nel centenario della nascita di Fellini

Venerdì 11 Settembre 2020
Al centro, lo chef Massimo Bottura
Si intitola “Al Meni”, le mani in dialetto romagnolo, dal titolo di una poesia di Tonino Guerra, la kermesse dedicata al cibo in tutte le sue forme che si svolgerà a Rimini dal 25 al 27 settembre, edizione speciale per un anno particolare. Alla regia sempre lui, Massimo Bottura, lo chef patron di Osteria Francescana e fondatore della onlus Food for Soul, e al suo fianco grandi interpreti della cucina italiana che esalteranno i prodotti dell’unica regione in Europa a vantare un paniere di 44 prodotti Dop e Igp. Bottura, che ha ideato il Circo  “8 1/2 dei sapori” sette anni fa assieme al Comune romagnolo, sarà protagonista assieme a 12 chef della regione e altrettanti talenti della cucina nazionale. In programma showcooking stellati, streetfood d'autore, mercati dedicati ai prodotti d'eccellenza del territorio e laboratori di artigiani.

Il circo propone per la prima volta una speciale edizione nel cuore della città, tra piazza Cavour e il Giardino delle Mimose trasformate secondo le atmosfere circensi felliniane, nell'anno del centenario della nascita del maestro del cinema. «Al Meni ha sempre puntato sui talenti del panorama gastronomico internazionale e sui capisaldi della cucina gastronomica della regione. In questo anno particolare, che ha visto dilatarsi tutte le distanze, si è scelto - spiegano gli organizzatori - di raccontare l'Italia, attraverso la visione di una gastronomia nazionale contemporanea da parte di interpreti della ristorazione d'autore di estrazioni diverse, che nel complesso daranno un ritratto della direzione della cucina del nostro Paese nei prossimi anni». 
© RIPRODUZIONE RISERVATA