Alice Neri morta carbonizzata, la confessione del "terzo uomo": «Doveva vedersi con un ex collega». Il marito interrogato dal pm

Un mosaico fatto di tantissimi pezzi quello che stanno cercando di ricostruire gli inquirenti per risolvere il giallo della 32enne trovata morta carbonizzata nel bagagliaio della sua auto a Concordia lo scorso 18 novembre

Alice Neri morta carbonizzata, la confessione del "terzo uomo": «Doveva vedersi con un ex collega». Il marito interrogato dal pm
6 Minuti di Lettura
Venerdì 9 Dicembre 2022, 13:26 - Ultimo aggiornamento: 10 Dicembre, 08:59

Potrebbe essere un giorno cruciale questo per carcare di risolvere il giallo di Alice Neri, la 32enne trovata morta carbonizzata dentro la sua auto a Concordia (Modena) venerdì 18 novembre.  Il marito Nicholas Negrini - indagato per omicidio volontario insieme al collega di Alice con cui la donna prese l’ultimo aperitivo della sua vita - è stato interrogato di nuovo dai pm Claudia Natalini e Giuseppe Amara. È stato proprio lui, tramite il suo legale, a chiedere di essere ascoltato per fornire chiarimenti sulla sua posizione. Probabilmente l’uomo, che denunciò la scomparsa della moglie proprio la mattina del 18 novembre dopo essersi accorto che non aveva dormito a casa, ha dei particolari da aggiungere al primo racconto fatto agli inquirenti.

Alice Neri, il giallo del telefono mai ritrovato e l’ultima localizzazione alle 3.40: in un video le ultime ore prima di essere uccisa

Alice Neri, il marito idagato: l'interrogatorio

«Nicholas ha risposto a tutte le domande degli inquirenti, il caso è molto complesso, è un mosaico di centinaia di tasselli che gli investigatori stanno cercando di comporre e mettere insieme. Stanno lavorando giorno e notte», queste le parole del legale del marito di Alice al termine dell'interrogatorio riportate da Il Resto del Carlino. «Ha confermato quanto già detto ai carabinieri - prosegue l'avvocato - tutti gli spostamenti e dato ulteriori informazioni sugli orari; loro cercheranno di colmare i gap. Al momento che io sappia gli indagati sono sempre due ma c'è il massimo riserbo. La situazione familiare è grave, Alice è morta, lui si trova al centro di un caso giudiziario e c'è una bambina di 4 anni da crescere» ha aggiunto. Infine, spiega: «Ombre sul mio assistito non ne vedo».

Alice Neri, trovata carbonizzata nel bagagliaio dell'auto: indagati il marito e un amico, è l'ultimo che l'ha vista

Le indagini

Secondo le ultime indiscrezioni riportate da alcuni quotidiani, gli inquirenti, che stanno passando al setaccio chat, tabulati telefonici e immagini della videosorveglianza, avrebbero anche messo nel mirino almeno un’altra persona: un “terzo uomo”, anche lui collega della Neri. La pista seguita dagli inquirenti sembrerebbe quindi quella  “passionale” e, sempre da quanto trapela, la svolta nelle indagini potrebbe essere imminente. Il caso risulta molto ingarbugliato. 

Spunta un "terzo uomo"

Arrivano anche da Storie Italiane, il programma di Eleonora Daniele in onda su Rai 1, importanti informazioni, ospite della puntata di oggi proprio il "terzo uomo" che entra nel mirino degli inquirenti per via del ritrovamento della sua auto nei pressi del luogo della morte di Alice, e per via di alcuni colleghi che parlano di un’amicizia tra i due.

A fianco dell'uomo in diretta c'è anche la moglie dello stesso che lo sostiene in tutto e per tutto. «Era una collega di lavoro, c’era un buon rapporto di amicizia. Le posso dire che quel giorno non doveva stare là, alle 17 aveva un altro appuntamento da un’altra parte con un’altra persona, che non posso dire chi è. Doveva vedersi con un ex collega di lavoro di un’altra azienda per un aperitivo».

Alice Neri, è della 32enne il corpo carbonizzato trovato nel portabagagli di un'auto a Modena: era scomparsa due giorni fa

L'alibi

Il terzo uomo si dice completamente all'oscuro di quanto accaduto alla 32enne e si dice pronto a collaborare in qualsiasi modo con la giustizia «Era un’amica in fabbrica, una confidente, parlava molto con me ma non c’era nient’altro tra noi. Questa persona con cui, come dissero, ci fu la palpata non fu l’unica ad aver molestato Alice -  secondo l’uomo - ma ci fu anche un altro uomo che l’abbracciò da dietro. Io sono pulito con me stesso, spero che prendano questa persona».

Cerca di fornire tutti i dettagli utili a ricostruire il puzzle dei suoi spostamenti in quelle ore l'uomo: «Ci siamo visti per un caffè una mattina io e Alice Neri e quella sera non dovevamo vederci. L’ultima volta che l’ho vista era giovedì all’uscita dal lavoro, lei stava bene, anche se ho sentito dire da tutti che era agitata e stranita. L’altro uomo lo conosco come tutti, una persona sulle sue, ma sono certo al 100% che non sia stato nessuno dell’azienda. Io so che si doveva vedere con questo ex collega, l’altro uomo so che lo voleva vedere in passato per toglierselo dalle scatole, spiegarla che era sposata e che aveva figli e non aveva nessun interesse in lui».

 

L'account falso

Durante il racconto dell'uomo al suo fianco anche la moglie che fornisce un alibi allo stesso. «Giovedì è stato con me, è andato a fare la spesa, ha preso mio figlio a casa, venerdì era a cena con noi e abbiamo passato assieme la giornata, sabato era con noi». la donna inoltre conferma che tra il marito e Alice non c'era nessun rapporto al di la di un'amicizia: «Di tutta questa storia non sappiamo completamente niente». E sui messaggi che il "terzo uomo" e la neri si sarebbero scambiati tramite un profilo falso di Facebook, la donna ha detto: «I messaggi che hanno scambiato [mio marito e Alice Neri] erano per via di alcuni problemi successi in fabbrica e basta, c’era anche il marito presente nella chiamata. Aveva il Covid e non sapeva chi contattare o come farlo». Sulla questione interviene di nuovo l'uomo: «Mi contattò su Facebook con un profilo falso di una persona che esiste veramente, di un uomo che diceva di essere un nuovo collega, ci siamo scambiati i numeri su Facebook e poi al telefono ho capito che era lei. Io e mia moglie abbiamo il profilo in comune e mi ha avvisato lei che erano arrivati i messaggi». del perché Alice avrebbe usato un profilo non suo non si sa ancora nulla. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA