Genovese, indagata anche l'ex fidanzata: «Era presente durante gli abusi»

Genovese, indagata anche l'ex fidanzata: «Era presente durante gli abusi»
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 9 Dicembre 2020, 16:18 - Ultimo aggiornamento: 10 Dicembre, 00:41

Indagata, insieme ad Alberto Genovese, l'imprenditore in carcere per aver stordito con droga e stuprato una 18enne, anche la sua ex fidanzata. Da alcune testimonianze agli atti l'ex fidanzata dell'imprenditore sarebbe state presente nel corso di alcuni abusi. Gli inquirenti, inoltre, stanno indagando anche su altre violenze, oltre a quella nei confronti della 18enne e a quella che sarebbe avvenuta a Ibiza. E faranno accertamenti su presunti abusi raccontati oggi alla trasmissione 'ore 14' su Rai2 da un'altra giovane.

Alberto Genovese, sui telefonini centinaia di foto e video dei suoi rapporti sessuali: «Girava tutto agli amici»

Video

Anche la ragazza che la scorsa estate avrebbe subito abusi a Ibiza (ha denunciato alcuni giorni fa e Genovese ora è indagato anche per questo episodio) ha spiegato agli investigatori della Squadra mobile che l'imprenditore e la sua ex fidanzata quel giorno «mi hanno invitata ad andare in camera, per fare un'altra striscia di cocaina, io li ho seguiti, ed avevo chiesto se io potevo farmi di '2CB'. Loro hanno acconsentito e sono andata (...) Da quando sono entrata in camera ed ho tirato una striscia di stupefacente di colore rosa che io pensavo fosse '2CB', non ricordo più nulla».

Da quanto si è saputo, all'ex fidanzata gli inquirenti, per compiere tutti i necessari accertamenti, contestano il concorso nella violenza e nella cessione di droga. Allo stesso tempo, poi, sulla base delle deposizioni di molte ragazze ospiti ai festini e dell'analisi delle immagini delle telecamere dell'appartamento (con filmati che vanno da maggio scorso in avanti), nonché di video e foto trovati nei dispositivi sequestrati a Genovese, il procuratore aggiunto Letizia Mannella e il pm Rosaria Stagnaro stanno indagando anche su altri presunti episodi di violenza sessuale e cessione di cocaina.

Approfondimenti che per queste ipotesi di reato possono andare avanti anche d'ufficio (senza denunce) e che porteranno di fatto all'iscrizione di Genovese nel registro degli indagati anche per altri presunti abusi, tuttora comunque al vaglio. Nel frattempo, oggi su Rai2 nella trasmissione 'Ore 14' un'altra giovane ha raccontato di un presunto tentativo di violenza subito sempre ad Ibiza, dove avrebbe partecipato a cinque serate nell'ormai nota 'Villa Lolita', e anche lei ha tirato in ballo l'ex fidanzata di Genovese.

«Non voglio che si dica che è la droga che lo ha confuso - ha detto - non si dica che la fidanzata non sapeva visto che c'era. Lui è come un serial killer, è seriale, ci tengo a precisarlo perché era tutto molto premeditato, aveva questo brutto vizio». E ha aggiunto: «Non è riuscito a finire la violenza e quindi non ho avuto il coraggio di denunciare, ma so che è molto importante farlo. Mi sono molto spaventata dalla situazione e io mi sono salvata per una grande lucidità mentale». Un nuovo racconto questo non ancora portato a conoscenza di investigatori e inquirenti, i quali comunque faranno accertamenti, oltre a continuare a raccogliere testimonianze e nuove denunce.

© RIPRODUZIONE RISERVATA