GEORGE FLOYD

Floyd, l'uomo ucciso da un poliziotto a Minneapolis era positivo al coronavirus

Giovedì 4 Giugno 2020
Floyd, l'uomo ucciso da un poliziotto a Minneapolis era positivo al coronavirus

Era contagiato asintomatico George Floyd, morto nel corso di un arresto a Minneapolis lunedì scorso: l'uomo era positivo al coronavirus. È quanto emerso dalla nuova autopsia condotta sul corpo dell'uomo, riferisce la Cnn, secondo cui il tampone nasale condotto post mortem è risultato «positivo al Covid19».

Floyd, arrestati a Minneapolis i 3 agenti complici. Ex capo Pentagono attacca Trump
Trump e la linea dura sul caso Floyd: «Alle elezioni potrebbe aiutarlo»

Il medico legale Andrew Baker ha spiegato che questo tipo di test condotto in sede di autopsia può rilevare la positività anche «settimane dopo l'insorgere della malattia e la sua risoluzione». In ogni caso, ha sottolineato, «il risultato dell'autopsia riflette una positività asintomatica ma persistente» che non ha avuto alcun ruolo nella morte di Floyd.
 

 

Ultimo aggiornamento: 12:08 © RIPRODUZIONE RISERVATA