CORONAVIRUS

Roma, il rettore si improvvisa barista e prepara il caffè agli studenti

Mercoledì 3 Giugno 2020 di Giampiero Valenza
I corsi universitari sono sospesi a causa delle misure per contenere il coronavirus ma gli studenti possono continuare ad entrare in ateneo per ragioni amministrative e di ufficio. Così il rettore decide di offrire loro il caffè, mettendosi dietro al bancone del bar e preparando l’espresso. Succede a Roma, all’UniCamillus, giovane università medica privata che ha avviato il suo primo anno accademico nel 2018-2019.

“Conosco direttamente i miei studenti – spiega il rettore, Gianni Profita – Fa piacere rivederli in questa sede, così è capitato di offrire loro i caffè mettendomi dall'altra parte del bancone del bar. Di norma c’è un servizio bar affidato a una ditta esterna, con una persona dedicata, ma a causa del lockdown è rimasto chiuso. Anche noi, come tutti gli atenei italiani, abbiamo la didattica bloccata per il Covid. L'Università nasce con un profondo spirito umanitario: offre i suoi percorsi formativi anche a molti Paesi del Sud del mondo i cui ragazzi vengono qui a Roma per diventare medici, infermieri, fisioterapisti, tecnici delle professioni sanitarie" Ultimo aggiornamento: 21:24 © RIPRODUZIONE RISERVATA