Scontro sull’Appia, Sacha Carnevale muore a pochi metri da casa: aveva 31 anni

Mercoledì 3 Giugno 2020 di Stefania Belmonte
Sacha Carnevale
È morto a due passi da casa, Sacha Carnevale, un ragazzo di Pontinia di 31 anni. Era un cuoco e ieri, dopo la lunga pausa dovuta alle restrizioni per l’emergenza coronavirus, era andato a vedere un nuovo lavoro. Purtroppo il suo viaggio è terminato in tragedia, perché al ritorno a casa, sull’Appia all’altezza della Migliara 47, a circa cinquecento metri dal luogo in cui abitava con la compagna (proprietaria di un bar a Pontinia) e vicino alla famiglia, si è scontrato con un’automobile che procedeva in senso opposto.
Il giovane viaggiava a bordo di uno scooter in direzione sud e lo scontro è stato violento: per lui purtroppo i soccorsi praticati dal personale del 118 si sono rivelati inutili ed è deceduto sul posto. Troppo grave la sua condizione, scene raccapriccianti per i soccorritori e per i familiari della vittima, arrivati poco dopo.
Ferito in modo non grave invece il conducente dell’automobile, una Ford Fiesta, che viaggiava in direzione di Latina. L’uomo era da solo in auto e quando è stato portato via con l’ambulanza era sotto choc. La strada è rimasta a lungo bloccata per consentire i rilievi. Sul luogo dell’incidente – verificatosi intorno alle 19 all’altezza del chilometro 76+600, nel territorio di Pontinia, nei pressi di un distributore di carburanti – è arrivato subito il padre della vittima.
Ad effettuare i rilievi una pattuglia della polizia stradale di Terracina, e sul posto era presente anche il comandante provinciale, il dottor Alfredo Magliozzi, insieme al dirigente di Terracina, Giuliano Trillò.

Latina, morta la donna investita in bici da un 97enne: Katya prima vittima di incidente dopo il virus

LA RICOSTRUZIONE
I poliziotti stanno ora cercando di comprendere l’esatta dinamica dell’incidente: si è trattato di un cosiddetto “frontale laterale”, cioè uno scontro frontale tra due veicoli in cui uno dei due urta lateralmente l’altro. In questo caso lo scooter è finito sul lato sinistro dell’automobile, in un tratto completamente rettilineo, quindi è probabile che uno dei due veicoli abbia invaso la corsia dell’altro. Le cause sono da chiarire: un malore, un animale, una manovra di sorpasso azzardata. Al momento tutte le ipotesi sono al vaglio e saranno eventuali testimonianze a fare chiarezza. Per ora resta il dolore per la tragica fine di un ragazzo ben voluto e che aveva tutta la vita davanti.

Coronavirus, nel dopo quarantena più auto in giro e tornano gli incidenti stradali

I PRECEDENTI
Con la riapertura del traffico dopo le restrizioni per il Coronavirus Sacha è la seconda vittima, ma nei giorni scorsi sono stati numerosi gli incidenti. Domenica tre motociclisti feriti, due dei quali trasferiti al “San Camillo” e la settimana prima altri tre episodi - sempre in poche ore - uno dei quali costato appunto la vita a una donna di Latina, investita in viale Le Corbusier. Ultimo aggiornamento: 08:55 © RIPRODUZIONE RISERVATA