CORONAVIRUS

Frosinone, test sierologici gratuiti per i donatori di sangue: ecco come fare

Domenica 31 Maggio 2020

Da domani, 1 giugno 2020, anche i donatori di sangue e i volontari associativi potranno eseguire i test sierologici per la ricerca degli anticorpi anti-SARS-CoV-2, in forma gratuita, all’atto della donazione, grazie ad una circolare della Regione Lazio del 22 maggio scorso che lo rende possibile.
 
Lo rende noto la Asl di Frosinone. 

LEGGI ANCHE ---> Trastevere, ecco la movida senza regole

Sono in corso in campo nazionale e regionale diverse iniziative di screening sierologico per la ricerca degli anticorpi contro il Coronavirus, al fine di identificare i soggetti che sono venuti in contatto con il virus, a volte senza esserne consapevoli, in forma asintomatica, e che hanno sviluppato la reazione di difesa dell’organismo contro il virus:

  • test gratuito per i soggetti che sono stati più esposti al contagio come operatori sanitari e forze dell’ordine;
     
  • test gratuito per i cittadini, individuati dall’ISTAT anche della nostra Provincia, come rappresentativi dell’intera Nazione nell’ambito di una indagine di prevalenza nazionale 
     
  • ogni cittadino può effettuare il test a pagamento nei Laboratori privati e pubblici autorizzati con prescrizione medica su ricetta bianca.

Il test sierologico è totalmente gratuito indipendentemente dal tipo di donazione, sangue intero e/o plasmaferesi e sarà effettuato solo previo consenso informato sottoscritto dal donatore; è indispensabile prenotarsi telefonicamente, per evitare sovraffollamento, ai numeri dei Centri Trasfusionali (Frosinone: 07758822349; Cassino: 07763929586; Sora: 07768294173).

LEGGI ANCHE ---> Covid19, ecco le regole per viaggiare all’estero in tutta sicurezza

I donatori potranno eseguire il test contestualmente alla donazione sia presso la Sala Donazione degli ospedali, sia presso i Punti di Raccolta fissi o mobili associativi.

Il personale del Servizio Immunotrasfusionale fornirà ai donatori tutte le informazioni necessarie in merito al percorso da intraprendere in seguito al risultato del test: in caso di positività agli anticorpi, il donatore verrà richiamato per eseguire sempre gratuitamente il tampone naso-faringeo presso uno dei “drive through” organizzati in ASL, per definire se la presenza di anticorpi è dovuta a pregresso COVID contratto magari in forma asintomatica, oppure se l’infezione sia in corso, ed è quindi possibile individuare la presenza del virus con un tampone nasofaringeo.

Ultimo aggiornamento: 20:21 © RIPRODUZIONE RISERVATA