CORONAVIRUS

"Raccontiamoci", il libro
della professoressa Manola Conti
sulla vita degli studenti
ai tempi del Coronavirus

Venerdì 29 Maggio 2020 di Alberto Favilla
Manola Conti
 TERNI “Raccontiamoci”. E’ il titolo del libro a firma della professoressa Manola Conti, docente di Lettere dei Liceo Angeloni di Terni, che sarà presentato in video conferenza domani sabato 30 giugno alle ore 11. Si tratta di un progetto, sostenuto dalla dirigente Patrizia Stilo, una sorta di Zibaldone di idee, di riflessioni e pensieri creativi elaborati dai ragazzi del biennio del liceo ternano di via Battisti. Nell’ultimo capitolo gli studenti – 68 i partecipanti - hanno affrontato il “problema” della vita in tempo di coronavirus e per quanto li riguarda la didattica a distanza entrata in campo dopo il 4 marzo con la sospensione delle attività didattiche. Inclusione, Diritti, rispetto dell’ambiente e della diversità in tutte le sue forme, insieme ai sentimenti (Amore, amicizia, memoria) sono i temi trattati nel racconto. «ho sempre pensato e sono sempre stata convinta del valore dell’ascolto che scaturisce dal riconoscimento del diritto dei discenti di essere accettati e compresi nelle loro diversità – argomenta la professoressa Conti - I vantaggi credo siano molteplici, riguardano sia la sfera della relazione interpersonale che la formazione scolastica modulata sul singolo alunno». Un libro che ha il chiaro obiettivo di valorizzare ogni alunno. Il clima sereno è premessa per poter accrescere le competenze degli studenti. «Ritengo che ascoltare significhi innanzitutto inviare all’interlocutore un segnale di rispetto per la sua singolarità – aggiunge la professoressa -Inoltre l’apprendimento risulta significativo quando si pone al centro della relazione educativa la comunicazione. Insomma, sono decisivi il riscontro e la rielaborazione personale dell’allievo». I 68 ragazzi-scrittori in questo Zibaldone gettano la maschera e diventano finalmente se stessi, non da soli, ma insieme agli altri. «I ragazzi hanno avuto la possibilità di confrontarsi anche durante il periodo di didattica a distanza e ne è venuto fuori un capitolo, quando il libro era prossimo alla stampe, dove hanno raccontato la vita in quarantena e quindi le loro emozioni trasformate in pensiero. Gli studenti del nostro Liceo Hanno manifestato nell’ultimo capitolo i loro sentimenti e ciò che è veramente importante nella vita. Il Covid 19, la pandemia in genere, ha contribuito a far crescere i ragazzi e a far capire loro quelli che sono i veri valori della vita”. Scrive un ragazzo del biennio. “Ai nostri nonni hanno chiesto di andare in guerra, a noi di rimanere sul divano. Eppure è così difficile». Un pensiero che testimonia la difficoltà con cui i ragazzi si stanno confrontando, ma con tanta consapevolezza. Per partecipare alla presentazione del libro basta scaricare la piattaforma Cisco Webex meetings e cliccare il link https://la scuola continua01. Webex. Com/la scuola continua01/j.php?MTID=m2143997c198faa4a736940da5f58a691
  Ultimo aggiornamento: 18:11 © RIPRODUZIONE RISERVATA