Calcio a 5, Latina è in bilico ma Cisterna scalpita e sale in B

Venerdì 15 Maggio 2020 di Giuseppe Baratta
Stravolgimento in corso nel panorama provinciale del calcio a cinque con il baricentro che, dal capoluogo, si sposta leggermente verso il nord della provincia. I nerazzurri del Latina, dopo sei stagioni nella massima serie nazionale, potrebbero in poche settimane veder sparire un patrimonio di 20 anni di storia mentre a Cisterna di Latina l’Ecocity scalpita in una rincorsa che potrebbe portarla nel giro di poco a essere la prima squadra della provincia. Il presidente del Latina Calcio a cinque Gianluca La Starza, al timone del Club del capoluogo pontino dal 2009, ha intenzione di lasciare. «Ho già fatto un passo indietro per quanto riguarda la prima squadra, credo proprio si arrivato il momento di farsi da parte ma non per il settore giovanile, ho intenzione di dedicarmi ai ragazzi e di lasciare ad altri la gestione della prima squadra - spiega il massimo dirigente nerazzurro - la situazione è molto complicata, a Latina molte squadre sono andate via (la Top Volley a Cisterna e la pallanuoto ad Anzio, ndr) per motivi che comprendo molto bene e poi la crisi che si creerà con il coronavirus condannerà lo sport, anche perché noi non abbiamo l’introito dei diritti tv ed è tutto più complicato, così se ai piani alti non si inventeranno qualcosa ci sarà un collasso generale secondo me». La Starza vuole concentrarsi sul vivaio, sulla crescita dello sport giovanile e sulla gestione di applicazioni multimediali legate al mondo dello sport. «Fare sport d’élite è un’impresa titanica qui a Latina, forse sono stato io stesso un pazzo - conclude - Non nego che abbiamo avuto anche grandi soddisfazioni, risultati importanti, momenti di grande esaltazione ma per quanto mi riguarda il passo indietro è confermato. Il futuro? Con la sospensione del campionato e il blocco delle retrocessioni il Latina potrebbe fare ancora la serie A ma, ripeto, ora mi concentro sui bambini e sul loro avviamento allo sport».
A 20 chilometri di distanza invece l’Ecocity del presidente Vincenzo Tuccillo era al vertice del campionato di calcio a cinque maschile di serie C al momento della sospensione, quindi verrà reintegrata in serie B con una spinta importante da parte della piazza cisternese che, dopo la Superlega di volley, è pronta a esaltarsi anche per le imprese del futsal che conta. «Voglio portare Cisterna nella massima serie ma guadagnandomi la vittoria sul campo, senza comprare titoli, voglio che la città si possa esaltare in questa nostra cavalcata - chiarisce il massimo dirigente che è al fianco di Serena Pichi, l’altra anima sportiva della famiglia Tuccillo, ed è anche al vertice del Club di futsal oltre ad avere un ruolo di leadership anche nel nuovo corso della Pro Cisterna nel calcio - stiamo allestendo una squadra con valori importanti, sia tecnici sia di personalità, una formazione che potrebbe già dire la sua in A2 ma voglio che sia chiaro il concetto che dobbiamo guadagnarci sul campo i palcoscenici che contano». L’Ecocity manterrà invariata la guida tecnica e dopo aver ufficializzato l’arrivo di Francesco Lo Cicero e Federico Palmegiani (dal Latina) ha confermato di Simone Chinchio, Andrea Terenzi e Matias Lara.
© RIPRODUZIONE RISERVATA