La cessione del Newcastle diventa un caso internazionale

Mercoledì 22 Aprile 2020
La cessione del Newcastle diventa un caso internazionale
La proposta di acquisto, per 300 milioni di sterline, del Newcastle United da parte di un fondo di investimento dell'Arabia Saudita ha scatenato la reazione del colosso televisivo del Qatar beIN Sport, uno dei maggiori partner di trasmissione della Premier League. Come riporta la Bbc, Yousef al-Obaidly, amministratore delegato di beIN Sport, ha scritto ai presidenti dei principali club inglesi accusando il governo saudita di «favorire, da quasi tre anni, il furto dei diritti commerciali della Premier League - e, a sua volta, le entrate commerciali del tuo club - attraverso il sostegno del servizio pirata di beoutQ». Il canale televisivo beoutQ ha mostrato illegalmente partite, principalmente in Arabia Saudita, nonostante i diritti nella regione appartengano a beIN Sport, sottolinea la Bbc.
L'accordo è osteggiato anche da Amnesty International. L'associazione umanitaria - che si occupa della difesa dei diritti umani in tutto il mondo - ha espresso dubbi sull'opportunità dell'operazione «fintanto che le nostre domande (sul rispetto dei diritti umani in Arabia Saudita, ndr) rimarranno senza risposta, ha sottolineato Kate Allen, direttrice di Amnesty UK.
© RIPRODUZIONE RISERVATA