MALTEMPO

Freddo, vento e temporali in tutta Italia, breve tregua nel weekend ma poi torna l'inverno

Venerdì 27 Marzo 2020

Colpo di coda dell'inverno in quest'ultima settimana di marzo. Solo nel weekend è attesa una breve tregua, poi da lunedì sono  attese due nuove perturbazioni che porteranno un nuovo peggioramento del tempo, con un marcato calo delle temperature al Nord dove non è escluso il ritorno della neve fino a quote molto basse. Secondo le previsioni dei meteorologi di Meteo Expert-Meteo.it, l'intensa perturbazione centrata sul Mar Tirreno andrà attenuandosi nel corso dei prossimi due giorni concentrando la propria azione soprattutto sulle regioni del medio Adriatico e su quelle meridionali, ma con precipitazioni sempre meno intense e diffuse, fino ad allontanarsi definitivamente nella giornata di domenica.

Ma intanto il Paese è stato flagellato dal maltempo: da Trieste alla Sicilia, nessuna Regione è stata risdparmiata da pioggia e temporali. Gran lavoro la notte scorsa per gli uomini dei vigili del fuoco del Comando di Pescara impegnati ininterrottamente per far fronte a numerosi allagamenti avvenuti nel capoluogo abruzzese e in alcuni centri della provincia. I vigili del fuoco sono intervenuti anche in diversi stabili dove si sono registrate infiltrazioni d'acqua e in alcuni cantieri dove erano stati sospesi i lavori per l'emergenza Coronavirus. Nel pescarese diversi i centri colpiti dalla pioggia caduta per oltre 24 ore. In risoluzione i problemi di interruzione dell'erogazione di energia elettrica che sempre per il maltempo avevano interessato ieri il pescarese. 

In Piemonte, invece, è scesa copiosa la neve e proseguono senza sosta le attività di sgombero neve e trattamento del piano viabile. Le precipitazioni nevose, riferisce Anas, si concentrano sulle province di Torino e Cuneo e in particolare lungo le tratte di montagna, che restano comunque regolarmente percorribili. In provincia di Torino il maltempo sta interessando la statale 24 «del Monginevro», dove si registrano nevicate da Oulx fino al confine di Stato con la Francia, le statali 335 e 335 dir «di Bardonecchia» e la statale 25 «del Moncenisio» a partire da Giaglione, il cui proseguimento in Francia è chiuso al transito fino alla fine della stagione invernale. In provincia di Cuneo si registrano precipitazioni nevose intermittenti lungo la statale 20 «del Colle di Tenda e di Valle Roja» e più consistenti sulla statale 21 «del Colle della Maddalena» tra Vinadio e il confine di Stato. 

Mezzi spartineve in azione per tutta la notte anche nella provincia di Modena  dove sono caduti complessivamente fino a 40 centimetri di neve, come al passo delle Radici a Frassinoro, con una media tra i dieci e 20 centimetri nel resto del territorio montano. La situazione meteo sta migliorando con residue deboli nevicate nelle quote più alte e tutte le strade provinciali dell'Appennino sono regolarmente percorribili. 

Sono oltre 80, invece,  gli interventi di soccorso tecnico urgente effettuati dai Vigili del fuoco  di Trieste, dove la bora ha superato i 100 chilometri orari. Messa in sicurezza di rami e alberi, dissesti statici di elementi costruttivi, infissi, tegole, intonaci e grondaie pericolanti le tipologie dei soccorsi che i pompieri hanno eseguito nel capoluogo giuliano con sei squadre.

A Crotone il cadavere di un uomo senza fissa dimora, del quale non si conoscono le generalità, è stato trovato per strada in via Mercalli nella zona commerciale della città. Si tratterebbe di un senzatetto, di circa 50 anni, probabilmente straniero. L'uomo sarebbe morto per cause naturali forse legate proprio al maltempo e al freddo di questi ultimi giorni. 

In Sicilia la Protezione Civile ha diffuso un avviso per il rischio meteo-idrogeologico ed idraulico, valido fino alle 24 di oggi. Pertanto, il livello di allerta, per la giornata di oggi, è di colore giallo. In particolare - si legge nel bollettino n. 20086 - per oggi, «si prevede il persistere di precipitazioni da sparse a diffuse, a prevalente carattere di rovescio o temporale; venti da forti a burrasca dai quadranti occidentali, mareggiate sulle coste esposte».  

Non solo coronavirus, anche emergenza maltempo nel Pescarese

Dai meteorologi arrivano buone notie per il fine settimana. L'aria più mite, che andrà a sostituire quella fredda attualmente presente, precisano i meteorologi di Meteo Expert, contribuirà a riportare entro sabato le temperature nella norma dopo l'attuale fase di tempo invernale. Tuttavia, notano, la tregua sarà piuttosto breve; infatti, in assenza di un solido campo di alta pressione la situazione è destinata a rimanere piuttosto dinamica. Già dalla fine della giornata di domenica altre due perturbazioni si muoveranno verso le nostre regioni - affermano i meteorologi di Meteo Expert - determinando un nuovo peggioramento del tempo: un primo sistema nuvoloso, proveniente dal Mediterraneo occidentale, raggiungerà la Sardegna spostandosi su gran parte del Centro-Sud all'inizio della prossima settimana, mentre un fronte freddo in discesa dall'Europa centrale investirà le regioni settentrionali già a partire da lunedì: l'aria fredda ad esso associata causerà un marcato calo delle temperature al Nord dove non è escluso il ritorno della neve fino a quote molto basse».

 

Ultimo aggiornamento: 17:16 © RIPRODUZIONE RISERVATA