CORONAVIRUS

Coronavirus, il pm di Milano: «Carcere per chi trasgredisce applicando le leggi sanitarie. Reato non si cancella pagando»

Sabato 21 Marzo 2020
Coronavirus, il pm di Milano: «Carcere per chi trasgredisce applicando le leggi sanitarie. Reato non si cancella pagando»

Coronavirus, il pm di Milano: «Carcere per chi trasgredisce applicando le leggi sanitarie. E il reato non si cancella pagando». La Procura di Milano, guidata da Francesco Greco, sta valutando di applicare per l'emergenza Covid-19 una norma più dura dell'articolo 650 del codice penale, ossia l'articolo 260 del testo unico delle leggi sanitarie, che punisce chi non osserva un ordine «legalmente dato per impedire l'invasione o la diffusione di una malattia infettiva». Un reato che prevede una pena congiunta dell'arresto «fino a 6 mesi» e dell'ammenda fino a 400 euro. E che non è 'oblabile', come invece l'altro reato, ossia non si può pagare per cancellarlo.

Atalanta-Valencia, la partita zero per spiegare il caso Bergamo: «San Siro possibile luogo di esplosione del contagio»

Coronavirus, la triste autocolonna di bare da Bergamo a Reggio Emilia
 


 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA