CORONAVIRUS

MotoGp, l'inizio della stagione è a rischio: Austin dichiara stato di calamità

Sabato 7 Marzo 2020
La data di avvio del mondiale della MotoGP resta sempre più appesa a un filo. Il 5 aprile, giorno fissato per l'inizio della Top Class, sulla pista statunitense di Austin, dopo cancellazioni e slittamenti legati all'emergenza sanitaria per la diffusione del Coronavirus, potrebbe saltare. La città di Austin ha infatti dichiarato, con un comunicato ufficiale, lo "Stato di calamità locale", prendendo dei provvedimenti immediati sugli eventi da tenersi nella capitale del Texas.

Al momento, non ci sono comunicati ufficiali sul GP di moto, previsto per il 5 aprile e che dovrebbe dare il via alla MotoGP dopo la cancellazione della gara della Top Class in Qatar e lo slittamento del GP di Thailandia dal 22 marzo al 4 ottobre. Considerando le restrizioni sempre maggiori che gli Stati Uniti stanno imponendo ai voli e l'adozione di misure sempre più ferree nella limitazione del contagio legato al Coronavirus, lo spostamento del GP delle Americhe pare però sempre più probabile. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani