Mondiali di pista, arrivano le prime medaglie. Argento di Consonni e bronzo per il quartetto maschile

Giovedì 27 Febbraio 2020 di Francesca Monzone
Vola l’Italia della pista ai Mondiali di Berlino, con il bronzo del quartetto maschile e l’argento di Simone Consonni nello scratch. Nella finalina per il bronzo, Francesco Lamon, Jonathan Milan, Simone Consonni e Filippo Ganna, hanno superato l’Australia, mentre l’oro è andato alla Danimarca, che dopo lo spettacolo di ieri, ha battuto la Nuova Zelanda. 
La formazione di Marco Villa è stata straordinaria e, anche se non ha migliorato il record italiano di mercoledì, ha dimostrato la sua supremazia  contro l’Australia. Un segnale importante quello degli azzurri, che stanno dimostrando di essere tra i più competitivi per le Olimpiadi di Tokyo. 
La medaglia conquistata questa sera, con il tempo di 3:47.511, è stata la prima della spedizione mondiale e poco dopo, è arrivata quella di Consonni. Un finale da film thriller nello scratch, perché nella confusione dell’ultimo sprint, non era chiaro il nome del vincitore. Consonni si arreso solo al bielorusso Karaliok che a Berlino, ha fatto suo il titolo per la seconda volta. Il bronzo è andato allo spagnolo Mora.
Chiusura negativa per il quartetto femminile, fermo ai piedi del podio, dopo la sconfitta con la Germania. 
I Mondiali di pista proseguiranno fino a domenica e sarà l’ultima occasione, per conquistare il pass olimpico.  © RIPRODUZIONE RISERVATA