SANREMO 2020

Diodato, chi è il vincitore del Festival di Sanremo:

Domenica 9 Febbraio 2020
Diodato, chi è il vincitore del Festival di Sanremo

Diodato è il vincitore della settantesima edizione del Festival di Sanremo. Diodato, all’anagrafe Antonio Diodato, nasce ad Aosta il 30 agosto 1981, ma cresce a Taranto, città d'origine della sua famiglia. Dopo un breve periodo in Svezia, si trasferisce a Roma, dove si laurea al DAMS dell'Università degli Studi Roma Tre in Cinema, televisione e nuovi media. 

LEGGI ANCHE Diodato, la canzone in gara a Sanremo è dedicata a Levante? Il gossip impazza sui social
LEGGI ANCHE Sanremo, su Sky lo spoiler del nome del vincitore: «È Diodato»

Dal 2007 comincia la sua avventura nel mondo della musica, con la pubblicazione del suo primo Ep autoprodotto. Nel 2014 partecipa al Festival di Sanremo nella sezione "Nuove Proposte" con il brano Babilonia, arrivando secondo alle spalle di Rocco Hunt. Nel 2018  Diodato partecipa nuovamente con il brano "Adesso", interpretato in coppia con il trombettista Roy Paci, classificandosi all'ottavo posto. 

Il significato di "Fai rumore" di Diodato
La fine di una relazione, scondo Diodato, è un'esperienza sensoriale oltre che emotiva. L'udito, in particolare, è il senso che può riportare alla persona perduta: «Ho capito che / Per quanto io fugga / Torno sempre a te / Che fai rumore qui / E non lo so se mi fa bene / Se il tuo rumore mi conviene / Ma fai rumore sì / Che non lo posso sopportare / Questo silenzio innaturale / Tra me e te». Il rumore diviene quindi un antidoto alla sofferenza d'amore, perché il silenzio evoca il dolore: «E non ne voglio fare a meno oramai / Di quel bellissimo rumore che fai».
 

Ultimo aggiornamento: 10:48 © RIPRODUZIONE RISERVATA