Seminuda invade la pista dello slalom notturno a Schladming: danneggiato l'azzurro Vinatzer Foto

Martedì 28 Gennaio 2020
Vinatzer
Anche una donna quasi nuda nello stadio innevato della Planai di Schladming  che con i suoi 45.mila spettatori e la birra che scorre a fiumi è sempre una bolgia infernale in occasione e dello slalom notturno più famoso, the Night Race. Ed anche l'organizzazione austriaca ne risente e va in tilt.





E' successo di nuovo questa sera e farne le spesè è stato l'azzurro Alex Vinatzer. Questo tiratissimo Speciale è stato vinto dal norvegese Henrik Kristoffersen in 1.42.37. Per lui vittoria n. 21 a 25 anni, e primato della classifica generale sempre più solido.



Alex Vinatzer

Secondo il francese Alexsis Pinturault in 1.42.71 e terzo lo svizzero Daniel Yule in 1.43.20. Fuori, nonostante il tifo molto caloroso, l'austriaco Marco Schwarz che era al comando dopo la prima manche. L'italia, soprattutto con i suoi giovani altoatesini, ha dato ottima prova. Cè infatti Simon Maurberger al quinto posto, in 1.43.44, suo miglior risultato in carriera a 24 anni. Poi c'è Alex Vinatzer 6/o in 1.43.49. Proprio Vinatzer è stato al centro di questa debacle organizzativa austriaca. Il cronometro, dopo un'ottima gara dell'azzurro, aveva dato Vinatzer momentaneamente al comando di 56 centesimi. Ma poi il dato era stato improvvisamente corretto e a Vinatzer era stato assegnato un ritardo di 13 .

Era successo che una donna del pubblico con un assai succinto costume da bagno era incredibilmente riuscita a superare le protezioni e a passare sotto il traguardo quasi in contemporanea all'azzurro facendo così scattare le fotocellule in anticipo. Con le braccia reggeva un saluto al campione Kobe Bryant, scomparso a Los Angeles in un incidente aereo. cronometraggio di emergenza ha poi provveduto alla correzione. Schladming e la sua pazza Night Race avevano già vissuto in passato episodi simili, causati da lanci di palle di neve o dall'uso di raggi laser.




In classifica per l'Italia c'è poi anche anche Tommaso Sala, che con il pettorale 39, ha chiuso in ventesima posizione in 1.44.41. Stefano Gross - decimo dopo la prima manche - è invece finito fuori nella seconda mentre Giuliano Razzoli aveva avuto la stessa sorte già nella prima. Ora la Coppa del mondo di sci si sposta in Germania, a Garmisch-Partenkirchen , dove sabato e domenica sono in programma una discesa ed un gigante. La discesa sarà anche la 355/a ed ultima gara in carriera del campione azzurro Peter Fill . Intanto nelle prossime ore è attesa la decisione Fis di annullare, a causa del coronavirus, la trasferta cinese della coppa del mondo uomini prevista per metà febbraio. 
Ultimo aggiornamento: 29 Gennaio, 11:22 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Traffico e sveglie all’alba: cosa non ci manca dell’uscire di casa

di Veronica Cursi