AMADEUS

Chef a Sanremo, l'Abruzzo prende per la gola il Festival

Tuesday 21 January 2020
La cucina abruzzese torna a Sanremo in occasione del settantesimo Festival della canzone italiana che si svolgerà dal 4 all'8 febbraio prossimi. Una delegazione di cinque chef sarà infatti presente nella città dei fiori per preparare manicaretti durante lo svolgimento della manifestazione canora e, in particolare, in una cena di gala, con 250 ospiti, anche famosi, tra cui la soprano Katia Ricciarelli, che si svolgerà nell'ambito di “Casa Sanremo” e del format “Sanremo doc”, che si terranno al Palafiori, a cura del conduttore televisivo Danilo Daita.

L'iniziativa è stata presentata ieri sera durante una cena spettacolo che si è tenuta sulla costa dei Trabocchi. Presenti personaggi del mondo dello spettacolo, come il cantante Gianni Drudi, che ha composto “Tolo tolo” brano dell'omonimo film di Checco Zalone che sta avendo uno strepitoso successo; l'ex senatore Antonio Razzi che ha parlato del suo ultimo libro “Te lo dico da Nobel”; Pietro Ferrante, di Castel Frentano, che realizza gioielli per diversi vip; Enzo Longobardi, produttore e talent scout, patron del premio “Je so pazzo” intitolato a “Pino Daniele”. Per l'occasione, tra una esibizione e l'altra di giovani talenti, sono stati presentati gli chef che saranno ai fornelli a Sanremo, ossia Rosalba Marte, Adriano D'Ovidio, Mariangela D'Aurizio, Antonio Argentieri e Piera Parisi, che proporranno un menu a base di prodotti della nostra regione.

«Pronti a conquistare anche i palati più esigenti con le nostre specialità, come pallotte cace e ove, paccheri al datterino Flagel, pizza e altre prelibatezze, tra cui i dolci», ha detto Alba Marte.  © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani