GIORGIA MELONI

Meloni: «Dietro le Sardine c'è il Pd, non sono un movimento spontaneo»

Sabato 18 Gennaio 2020
2
Meloni: «Dietro le Sardine c'è il Pd, non sono un movimento spontaneo»

Le Sardine «non sono un movimento spontaneo, fanno la guardia bianca sugli scandali di Bibbiano, dietro c'è il Pd», dice Giorgia Meloni a L'intervista di Maria Latella su SkyTg24. «Fanno parte della campagna elettorale del Pd in Emilia Romagna». La leader di FdI, rispondendo alle domande, ha parlato del caso della Gregoretti, della legge elettorale, dell'allenza con Salvini e del partito di Renzi, «potrebbe non esserci nella prossima legislatura».

Gregoretti, Meloni: «Vergogna tentare rinvio su Salvini, maggioranza vigliacca»

«È uno scandalo l'indagine su Salvini - sostiene Meloni -  un ministro che ha fatto il suo lavoro. Un caso surreale di accanimento. I cittadini italiani a stragrande maggioranza chiedono di difendere i confini e di fermare l’immigrazione irregolare. Un ministro che, per la prima volta negli ultimi anni, sceglie di farlo, viene processato».

Giorgia Meloni: «Premier donna? Se l'avessimo già avuta staremmo meglio»

Screzi con Salvini? «É un’alleanza solida e vincente. Non ci faranno litigare. Siamo due persone diverse e FdI e la Lega sono due partiti diversi ma sono alleati e stiamo insieme perché abbiamo una visione compatibile, anche se diversa». Meloni è convinta che sia giusta «la revoca ad Autostrade, le concessioni vanno riviste e vanno fatte nuove gare». E infine sul sistema elettorale. «Penso che il sistema proporzionale oggi sia semplicemente un modo per consentire a forze politiche sostanzialmente agonizzanti di tenersi abbarbicate al potere anche in assenza di un consenso sufficiente».  Dove si vede tra 10 anni, le ha chiesto Maria Latella: a Palazzo Chigi? Ministro degli Esteri? «Madre di un altro figlio, magari un maschietto». 
 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA