Prometeia taglia stime crescita pil italiano 2014 allo 0,3%

Venerdì 11 Luglio 2014
(Teleborsa) - Sembrano una scommessa al ribasso le ultime stime sul PIL italiano. Il moderato ottimismo emerso nel Documento di Economia e Finanza di inizio aprile si è infatti stemperato a mano a mano, prima in occasione del Report dell'ISTAT sulle Prospettive per l'economia italiana nel 2014-2016, ora nell'ultimo Rapporto di previsione di Prometeia. La società di analisi e ricerca macroeconomica si attende, per il 2014, un Prodotto Interno Lordo in crescita dello 0,3%, valore, questo, decisamente peggiore del +0,8% stimato nello studio precedente. Stessa musica per il PIL del 2015, visto ora in miglioramento dell'1,2% rispetto al +1,4% predetto in precedenza. A far cambiare visione una serie di fattori, quali i dati storici peggiori delle attese, la perdita di impulso del ciclo internazionale e la forza dell'euro che “persiste nonostante l'allentamento della politica monetaria”. Insomma, “l'Italia sta andando avanti ma adagio” e secondo Prometeia servono più sostegno ai consumi delle famiglie, agli investimenti in beni strutturali e alle esportazioni. In tale senso, un grande aiuto può arrivare dalle recenti misure annunciate dalla Banca Centrale Europea. Ultimo aggiornamento: 19:57 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Vita spericolata di una mamma quando i figli sono in vacanza

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma