MALTEMPO

Meteo, due morti in Piemonte. Ritrovati vivi i due dispersi. Regione chiede stato di emergenza

Martedì 22 Ottobre 2019
Maltempo, un morto e due dispersi nell'Alessandrino. Rimane alta l'allerta in Liguria: è rischio esondazioni

Due morti e almeno 130 evacuati. Questo il bilancio causato dalla violenta ondata di maltempo abbattutasi per tutta la giornata di ieri, lunedì 21 ottobre, su Piemonte e Liguria. Ancora impossibile quantificare i danni causati, anche se la gravità della situazione si percepisce dalle parole di Alberto Cirio, il presidente della Regione Piemonte, che ha dichiarato di voler richiedere lo stato di emergenza. «Quando conteremo i danni, oltre a far piangere il cuore, non possiamo lasciare soli sindaci e privati», ha detto il sindaco, aggiungendo: «Abbiamo bisogno che lo stato ci sia».

DUE MORTI
Un uomo, un pensionato di 81 anni di Vische (Torino), è morto questa mattina a Strambino, dopo essersi ribaltato con la sua auto per via dell'asfalto viscido. La moglie, 76enne di Ivrea, è rimasta ferita e si trova adesso in ospedale. Stamattina è stato anche ritrovato il corpo di un altro uomo, un tassista della zona di Arquata, che la scorsa sera era partito da Genova per condurre un cliente, un turista inglese, a Serravalle. L'uomo è stato ritrovato privo di vita a Capriata, località Villa Carolina. Salvo invece il cliente inglese.

LEGGI ANCHE Maltempo, un morto e due dispersi nell'Alessandrino. Rimane alta l'allerta in Liguria: è rischio esondazioni
 


LEGGI ANCHE Maltempo, nord flagellato: Milano allagata. Allerta rossa e scuole chiuse in Liguria

LA SITUAZIONE IN PIEMONTE
Sempre in Piemonte, anche alcuni comuni della Valle Formazza sono rimasti isolati a seguito di uno smottamento sulla strada statale 659 provocato dal maltempo. Le località non raggiungibili son: Crodo, Premia, Formazza e Baceno, dove le condizioni meteoreologiche hanno provocato l'interruzione dell'energia elettrica. 
 

LEGGI ANCHE Previsioni meteo, nuova allerta: scuole chiuse in Liguria. Temporali anche in Lazio e Toscana

LA SITUAZIONE IN LIGURIA
Intanto l'allerta resta alta anche nella zona del genovese, in particolare al confine tra Liguria e Piemonte, dove rimane attentamente monitorata la situazione a Rossiglione, nell'entroterra. La strada che collega il paese in valle Stura a Campo Ligure, che era stata interrotta nel pomeriggio di ieri per un allagamento, è stata riaperta, ha fatto sapere il comune, mentre è a rischio il collegamento verso Ovada. L'illuminazione pubblica è saltata. La sindaca Katia Piccardo ha disposto la chiusura domani degli ambulatori. Già dal pomeriggio la sindaca aveva invitato i concittadini a non uscire di casa.


 

Ultimo aggiornamento: 15:45 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma, mille guai e un miracolo: per Natale i turisti in aumento

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma