Rieti, l'allarme alla polizia: «Si vuole gettare nel Velino»
Ma voleva solo guardare l'alba sul ponte

Lunedì 16 Settembre 2019
Il fiume Velino a Rieti
RIETI - Si era seduto sul parapetto del ponte sul fiume Velino con le gambe penzoloni nel vuoto. Ma non aveva nessuna intenzione di suicidarsi dal Ponte Romano un 20enne reatino che, poco prima delle 7 di ieri mattina, si è ritrovato alle proprie spalle gli agenti della squadra volante della questura di Rieti con lampeggianti e sirene spiegate intervenuti immediatamente sul posto a seguito della segnalazione da parte di alcuni passanti che hanno allertato il 113 per un presunto suicida in procinto di gettarsi nelle acque del fiume Velino. «Ero qui solo per vedere l'alba, stavo tornando a casa» ha spiegato poi il ragazzo ai poliziotti. Una corsa fortunatamente a vuoto quella della volante reatina allarmata soprattutto dai recentissimi episodi di cronaca con il fiume Velino come protagonista. Questa volta però nessuna emergenza: solo un eccesso di scrupolo dettato dal senso civico di alcuni passanti e dalla voglia di vedere il suggestivo nascere del sole con il fiume Velino da parte del giovane reatino, magari con un pizzico di nostalgia per l'estate ormai al tramonto.  Ultimo aggiornamento: 21:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Nel bagno delle donne il messaggio che gli uomini non scriverebbero mai

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma