Eutanasia, campagna pubblicitaria choc: «E se fosse tua sorella?»

Martedì 3 Settembre 2019
5

Di fronte all'impasse dimostrata in Parlamento da deputati e senatori che non sono riusciti a trovare alcun accordo su un testo sul fine vita aprendo di fatto all'imminente pronunciamento della Consulta in materia, a partire dal 24 settembre, alcuni gruppi cattolici hanno dato il via ad una campagna nazionale choc contro l’eutanasia e il suicidio assistito. Naturalmente il messaggio rivolto agli italiani è anche politico poichè si ritiene che l'eventuale governo rosso-giallo in via di formazione possa andare in quella direzione. 
La lettera bipartisan dei politici ai vescovi: fermate voi l’eutanasia
«Marta, 24 anni, anoressica, potrà farsi uccidere. E se fosse tua sorella? Alessandro, 18 anni, bullizzato. Potrà farsi uccidere. E se fosse tuo figlio? Maria, 70 anni, ha un tumore. Potrà farsi uccidere. E se fosse tua nonna? Lucia, 45 anni, disabile. Potrà farsi uccidere. E se fosse tua mamma? #NOEUTANASIA». Questi sono i messaggi pubblicitari che già campeggeranno in diverse città italiane.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

La Roma di Max Pezzali: questa città è difficile, ma ci vivrei

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma