Zanzara, cosa è encefalite equina orientale: la malattia del sonno

Lunedì 26 Agosto 2019
Zanzara, cosa è encefalite equina orientale: la malattia del sonno
L'encefalite equina orientale (EEE), è comunemente chiamata "Triple E" o "malattia del sonno". È un alphavirus zoonotico (trasmesso occasionalmente agli uomini da artropodi vettori tramite una puntura) e un arbovirus (gli arbovirus sono i responsabili di zoonosi, trasmessa occasionalmente agli uomini da artropodi vettori sempre tramite una puntura) presenti nel Nord, Centro e Sud America e nei Caraibi. 

QUANDO FU RICONOSCIUTA
L'EEE fu riconosciuta per la prima volta in Massachusetts , negli Stati Uniti, nel 1831, quando 75 cavalli morirono misteriosamente di encefalite virale. Gli epizootici nei cavalli hanno continuato a manifestarsi regolarmente negli Stati Uniti. Può anche essere identificato in asini e zebre.

DOVE SI TROVA
Si trova più comunemente negli stati della East Coast e del Gulf Coast. In Florida, vengono segnalati circa uno o due casi umani all'anno, sebbene siano stati segnalati oltre 60 casi di encefalite equina. Negli anni in cui le condizioni sono favorevoli alla malattia, il numero di casi equini è superiore a 200. 

LA DIAGNOSI
La diagnosi dell'encefalite equina è impegnativa perché molti dei sintomi sono condivisi con altre malattie e i pazienti possono essere asintomatici. Le conferme possono richiedere un campione di liquido spinale cerebrale o tessuto cerebrale, sebbene le scansioni TC e la risonanza magnetica siano utilizzate per rilevare l'encefalite. 

COME PROGREDISCE
Il virus può progredire in modo sistematico ed encefalitico, a seconda dell'età della persona. La malattia encefalitica comporta gonfiore del cervello e può essere asintomatica, mentre la malattia sistemica si manifesta molto bruscamente.


GUARIGIONE
 Quelli con la malattia sistemica di solito guariscono entro 1-2 settimane. Mentre l'encefalite è più comune tra i neonati, negli adulti e nei bambini, di solito si manifesta dopo aver sperimentato la malattia sistemica.

I SINTOMI
I sintomi includono febbre alta, dolore muscolare, stato mentale alterato, mal di Testa, irritazione meningea, fotofobia e convulsioni, che si verificano 3-10 giorni dopo il morso di una zanzara infetta. A causa dell'effetto del virus sul cervello, i pazienti che sopravvivono possono essere affetti da menomazioni mentali e fisiche, come disturbi della personalità, paralisi, convulsioni e menomazione intellettuale.  © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

L’asse Ficcardi–Cacciatore, la coppia che punta l’indice

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma