Juve, ultimi assalti a Icardi che intanto scippa la "7" a Sanchez

Sabato 24 Agosto 2019 di Eleonora Trotta
Mauro Icardi
«Un altro anno insieme». L’ultimo messaggio social di Wanda Nara, postato sotto la foto con le altre mogli-fidanzate dei calciatori dell’Inter, suona come una promessa. O forse come una minaccia, per l’ad Marotta. Mauro infatti non cambia idea. Anzi, rilancia anche pubblicamente le proprie intenzioni. «Dici?» risponde ironico ad un giornalista che gli chiedeva, al termine del party di Lautaro, se fosse la sua ultima serata da giocatore nerazzurro. L’argentino è uscito nascondendosi dietro i palloncini della festa, per evitare il confronto con i numerosi cronisti rimasti fino alle 2 di notte davanti l’albergo del party. A rafforzare le sue intenzioni anche un altro sms del suo entourage, che ricalca i contenuti espressi per tutta l’estate: «Resta. Vuole convincere Antonio Conte».
IL LAVORO
Ieri, l’ex capitano interista si è allenato a San Siro insieme alla squadra. La seduta notturna è stata prevista dal tecnico salentino per testare il campo, prima del debutto ufficiale di lunedì contro il Lecce. Ma per Icardi la scaletta non è cambiata: ha partecipato alla prima parte della seduta, saltando come da programmi la parte tattica. La sua maglia sarà intanto la numero 7, quella storica di Sanchez che, in caso di permanenza di Maurito, potrebbe indossare quindi un’altra casacca. 
FRONTE TORINO
Paulo Dybala veste invece ancora la 10 della Juve. Il ds Paratici spera in un’offerta dal Psg, sulle tracce della Joya in caso di cessione di Neymar, o in proposte last minute per Emre Can, Matuidi e Manduzkic, che il tecnico Kovac vorrebbe al Bayern Monaco: le loro cessioni permetterebbero di dare l’assalto finale a Icardi. Impresa ardua, ma non impossibile rileggendo le parole del vice-presidente della Juventus, Nedved: «Il mercato è ancora aperto, coglieremo eventuali occasioni. Icardi? Non parlo dei giocatori degli altri. Dybala non è un problema: è un grandissimo calciatore». Altre operazioni: vicino lo scambio Dalbert-Biraghi, con la Fiorentina ad un passo da Caceres e in pressing sull’ala dello Sporting, Raphinha. Il ds Pradé prova ad abbassare la richiesta iniziale dei lusitani sui 25 milioni. Il Napoli ha in agenda un incontro con gli agenti di Llorente. Ultimo aggiornamento: 25 Agosto, 16:51


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

L’asse Ficcardi–Cacciatore, la coppia che punta l’indice

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma