Maturità 2019, la seconda prova del liceo classico: versioni di Tacito e Plutarco

Giovedì 20 Giugno 2019

Liceo classico, cocktail micidiale: latino e greco. "All in" con due grandi dell'antichità: Tacito e Plutarco. La versione di latino e il testo greco trattano della figura dell'imperatore Galba. La prima è tratta da Historiae, il secondo da Vita di Galba nella raccolta "Vite Parallele" scritta dallo storico greco. Il tutto nella seconda prova della maturità 2019.

«PERPLESSITA'»
«L'unica scelta intelligente è stata accostare i due testi, latino e greco», per il resto i quesiti posti agli studenti del liceo classico, che per la seconda prova della maturità hanno affrontato la fine dell'imperatore Galba raccontata da Tacito (Historia, libro I, paragrafo 27) e da Plutarco (Vira di Galba, capitolo 24), «destano diverse perplessità». È il giudizio di Luciano Canfora, storico del mondo antico, docente emerito di filologia greca e latina all'università di Bari e coordinatore scientifico della Scuola Superiore di Studi Storici di San Marino. «Il primo quesito, quello relativo all'interpretazione del testo, contiene un'inesattezza che potrebbe mettere fuori strada i ragazzi. Anche nel testo di Tacito - spiega Canfora all'ANSA - Otone "viene trascinato", "rapiunt" scrive lo storico. Dunque non è tanto tranquillo né sicuro di sé (la domanda dice che Tacito 'individua in Otone una precisa strategia di ambizione al poterè, ndr). Sono sviste che possono capitare quando i funzionari ministeriali trattano una materia nel merito». Il secondo punto, l'analisi linguistica e stilistica, («Individua nel passo latino gli elementi che caratterizzano la brevitas tacitiana ed altre peculiarità del suo stile»), «è posto in modo banale direi: la brevitas tacitiana è nota anche a tutti, anche ai bambini», ironizza.

Il terzo, invece, che invita gli studenti all'approfondimento e alle riflessioni personali, «è enorme: pone una questione seria, il confronto tra biografia e storiografia, ma per affrontarla ci vorrebbe uno studioso alla Eduard Norden (celebre filologo classico tedesco, costretto a lasciare la Germania sotto Hitler perché di origini ebree, ndr). Mi sembra un pò pretenzioso pensare di relegarla ai tempi di una prova d'esame. Il vero problema è capire in che misura la biografia antica possa essere considerata un genere storiografico e in che misura quella moderna abbia recepito o meno questa distinzione». Più in generale, comunque, Canfora promuove la nuova formula della seconda prova della maturità: «È un ottimo esercizio accostare due testi scritti in due lingue vicine, che parlano degli stessi eventi e spesso si rifanno alle stesse fonti. Mi auguro soltanto che l'alternanza promessa venga mantenuta e che sia il greco l'anno prossimo il testo da tradurre, altrimenti il greco muore. E sarebbe un vero peccato».

IL COMMENTO
Il brano in lingua latina è tratto dalle Historiae, la prima delle due opere di carattere propriamente storiografico di Tacito. Dei quattordici libri in cui l'opera doveva essere suddivisa - commenta la tutor di Skuola.net|Ripetizioni Lucia Bartolini- per comprendere il racconto dei terribili avvenimenti che caratterizzano il periodo tra il 69 e il 96 dC, si conservano solo i primi quattro e parte del quinto, relativi agli anni 69-70. Dopo un'ampia prefazione, in cui l'autore espone l'argomento della propria trattazione, sottolineandone l'eccezionalità in termini negativi, prende avvio la narrazione vera e propria, con la descrizione della situazione di instabilità che caratterizza l'inizio dell'anno 69, fino all'assassinio di Galba, oggetto dell'estratto. Il brano è collegato a un passo delle Vite Parallele, in cui Plutarco propone una narrazione dello stesso avvenimento, concentrandosi più marcatamente sulla caratterizzazione del personaggio di Otone, avversario al potere di Galba. Le tre domande poste a conclusione della prova suggeriscono spunti di riflessione per un confronto tra le due trattazioni, dal punto di vista della caratterizzazione dei personaggi, delle strategie stilistico-retoriche e narrative e infine nel quadro più ampio dei generi letterari. Il compito si caratterizza per la notevole complessità, che riguarda sia la resa del testo latino da tradurre, sia la dimensione generale del confronto su più livelli tra i due testi, pur essendo agevolato dagli elementi di contestualizzazione e dai suggerimenti forniti attraverso la formulazione delle domande

CHI ERA GALBA
Servio Sulpicio Galba Cesare Augusto è stato un imperatore romano. Ascese al trono alla morte di Nerone, fu il primo a regnare durante l'anno dei 4 imperatori. Governò appena per 7 mesi: il 15 gennaio 69 venne assassinato dai pretoriani, che sostennero l'ascesa del nuovo imperatore Otone.

La seconda prova dello scientifico​

Maturità 2019, gli esami della prima prova

È stato ovviamente confermato il divieto tassativo per gli studenti di utilizzare cellulari, smartphone, pc e qualsiasi altra apparecchiatura elettronica in grado di accedere alla rete o riprodurre file e immagini, pena l'esclusione dall'Esame. Le commissioni d'Esame coinvolte quest'anno sono 13.161 per 26.188 classi. I candidati iscritti alla Maturità sono 520.263, di cui 502.607 interni e 17.656 esterni.

 

Ultimo aggiornamento: 14:58 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Gli straordinari delle maestre con gli stracci per pulire l’aula

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma