Lorenzo fa strike, Marquez ringrazia e vince in Catalonga

Domenica 16 Giugno 2019
3
Marc Marquez vince, stavolta però la fortuna, impersonata da Jorge Lorenzo, lo ha baciato al Montmelò, togliendogli di torno in un colpo solo, oltre allo stesso compagno di squadra, il rivale per il mondiale, Andrea Dovizioso, e i due portacolori di una Yamaha ufficiale tornata pimpante, Valentino Rossi e Maverick Vinales. Un affondo avventato ha fatto scivolare l'anteriore di Lorenzo alla curva 10 del secondo giro, buttando giù come birilli prima il forlivese, quindi gli altri due. Nessun danno, ma tanta rabbia, mentre il Joker se la rideva scappando lontano da tutti con in tasca 25 punti che lo issano a +37 su Dovizioso. In Ducati il terzo posto di Danilo Petrucci è bene accolto, ma oggi doveva essere il giorno dell'assalto alla vetta per il Dovi, che invece ha guardato il resto del Gp di Catalogna dai box. Tutti si aspettavano una gara combattuta e le prime battute lo stavano confermando. Dovizioso ha preso il comando tallonato dagli altri big, ma di sicuro non si aspettava che dalla quarta fila il 'colpo di fortunà di Marquez avesse cominciato una rimonta che in breve si è trasformata in un disastro per lui e gli altri piloti coinvolti. Nel paddock Lorenzo si è detto «molto dispiaciuto» per l'errore che ha coinvolto i colleghi: «Per loro è un vero disastro e sento veramente di scusarmi». Lo ringrazia, invece, Marquez, che per una questione di centimetri ha evitato di cadere, così come sono riusciti a fare Petrucci, Alex Rins e Fabio Quartararo, partito dalla pole ma non era riuscito a tenere la posizione. Questi tre piloti hanno lottato per il resto della gara, col francese della Yamaha Petronas che ha avuto la meglio sull'italiano per il secondo posto. È il suo primo podio in MotoGp e vale tanto di più perchè ottenuto in condizioni fisiche non perfette dopo l'operazione subita ad un braccio la scorsa settimana. Se Dovizioso può recriminare per l'occasione perduta, alla Yamaha ufficiale resterà per sempre il rammarico di non aver potuto confermare in gara i miglioramenti fatti vedere nel fine settimana. Intanto, però, il mondiale ormai sembra andato, visto che Marquez, che come la Honda non trionfava al Montmelò, dal 2014, con la quarta vittoria stagionale sale a 140 punti, salutando la compagnia. Esulta con lui tutta la Spagna motociclistica, che ha occupato il gradino più alto del podio in tutte le classi. In Moto2 si è completata la festa della fortunata famiglia Marquez con la vittoria di Alex. Al terzo centro di fila dopo Le Mans e Mugello, Marquez jr il nuovo leader del mondiale, dato che Lorenzo Baldassarri è stato messo fuori gara da un problema tecnico alla sua Kalex ed è scivolato al quarto posto dietro anche a Luthi e Navarro. In Moto3, in una gara segnata dalle cadute, successo di Marcos Ramirez su Aron Canet, che allunga in testa al Mondiale. Terzo sul podio Celestino Vietti, che era partito ventunesimo. Ultimo aggiornamento: 18:23 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Nel bagno delle donne il messaggio che gli uomini non scriverebbero mai

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma