Pitti Uomo: il classico è uno stile per giovani

Giovedì 13 Giugno 2019 di Alessandra Iannello

C’era un tempo in cui pretendere che i ragazzi abbandonassero jeans, T-shirt e felpe a favore di pantaloni classici, camicie e giacche era una vera e propria “missione impossibile”. Poi sono arrivati gli idoli dei Millennials come Harry Styles, che ormai indossa solo abiti in tweed, Achille Lauro, impeccabile sul palco di Sanremo in completo bianco con revers a contrasto, o Ezra Miller, fotografato sul red carpet del Met Gala in smoking nero, o ancora Pharrell Williams con l’inseparabile papillon, e tutto è cambiato. I giovani strizzano sempre più l’occhio alla giacca, non disdegnano il pantalone con pences e riga e si sentono a loro agio con camicia e cravatta.
Certo i Millenials “ingiacchettati” disdegnano la rigidità dei doppiopetto intelati o i colori che variano dal blu al grigio al marrone per puntare su vestibilità morbide e a tonalità accese.
 

 

Lo stile elegante degli under 30 è rilassato nei tessuti che esplorano le mille sfaccettature della maglia e del jersey anche per i capospalla, i sottogiacca e i pantaloni. Così la giacca mono e doppio petto, classica a due bottoni o con il rever a punta larga è decostruita grazie a tessuti dalla mano soffice e setosa mentre i lavaggi high tech le danno una sensazione di vissuto. I materiali variano dal lino al cotone e alla seta anche mixati fra loro e sono lavorati con strutture in crêpe, tessuti armaturati e microfiammati. Gli abiti formali scelgono le microarmature, i gessati, i falsi-uniti, i principe di Galles e check in diverse dimensioni. Per l’estate i pantaloni possono essere sostituiti dagli shorts anche sotto la giacca, ma devono avere un taglio classico con la vita alta e le pinces. Sul fronte dei colori l’unico limite è la fantasia. Quindi via libera ai toni accesi ma anche ai pastello e al loro mix.

Oltre che nella palette dei colori l’eleganza Millenials si definisce per l’estrosità degli accessori. Le calzature non sono certo le classiche stringate o le oxford. Sotto il più classico dei completi ecco apparire sneaker chubby e ipercolorate, sandali da gladiatore o stivaletti fluo. Al collo cravatte e papillon estrosi mentre in testa anche l’immancabile Panama si ravviva con guizzi fantasiosi.
 

Ultimo aggiornamento: 1 Luglio, 17:29 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Romani pronti al rientro ma potrebbero ripensarci

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma