Salerno, migliorano le condizioni della donna accoltellata dall'ex: prognosi riservata

Martedì 23 Aprile 2019
Salerno, migliorano le condizioni della donna accoltellata dall'ex: prognosi riservata

Migliorano le condizioni di Emilia David, la donna romena pugnalata nella serata di ieri a Salerno, dal suo ex compagno. «Al momento - si apprende dal bollettino medico diramato quest'oggi dalla direzione medica dell'azienda ospedaliera salernitana - la paziente è vigile, ben contattabile, in assenza di danni neurologici evidenti, in respiro spontaneo. Non si evidenziano ulteriori danni d'organo importanti ad esclusione di una lieve sofferenza epatica e renale. Attualmente resta in prognosi riservata».

L'uomo, Giuseppe Ingenito, un infermiere 63enne originario di Pontecagnano Faiano ( Salerno), ha rintracciato la donna, che si trovava insieme ad un amico, in via Generale Clark, nella zona orientale della città, sferrandole alcuni colpi con un coltello da cucina. Ha così pugnalato la 38enne, con la quale aveva intrattenuto, fino a pochi giorni fa, una relazione extraconiugale durata cinque anni e conclusasi, a quanto pare, proprio per volontà della vittima la quale, colpita all'addome, è stata immediatamente ricoverata in fin di vita all'ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi d'Aragona di Salerno.
 

Subito dopo l'uomo è stato disarmato e bloccato da un carabiniere libero dal servizio che ha assistito alla scena, coadiuvato da una pattuglia della Compagnia di Salerno intervenuta prontamente sul posto. Intanto l'aggressore - noto per precedenti di stalking nei confronti di un'altra donna - è stato arrestato con l'accusa di tentato omicidio e rinchiuso nel carcere di Salerno.

 

Ultimo aggiornamento: 15:10 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Noi, viaggiatori compulsivi con destinazione “ovunque

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma