Rieti, è sempre più "padel-mania",
poker di reatini alla Ternana:
«Confronto con realtà nazionali»

Giovedì 7 Febbraio 2019 di Marco Ferroni
Daniele Palenga e Alessio Bandiera
RIETI – E’ sempre più “padel-mania” in città e per quattro ragazzi reatini è arrivato il primo contratto di sponsorizzazione annuale con la nota marca spagnola di attrezzature sportive Orven Fit. Per Daniele Palenga, Alessio Bandiera, Shanti Scopigno e Lucia Tosoni, tesserati con la Ternana Padel, quindi, un inizio 2019 davvero da incorniciare e la possibilità di partecipare a tornei interregionali (Umbria, Marche, Toscana) ed incrociare le “padelle” più interessanti del circuito.

«A volte ci è capitato di entrare anche nel tabellone di un torneo Open – ci racconta Daniele Palenga – e sfidare avversari che in classifica occupano le primissime posizioni a livello nazionale, come nel caso di Misano dove insieme ad Alessio Bandiera siamo riusciti a superare sia i 32esimi, che i 16esimi di finale, prima di arrenderci  ad una coppia composta dal numero 21 in Italia ed un altro classificato».

Ma in cosa consiste questa sponsorizzazione annuale che è stata offerta dalla spagnola Orven Fit ai quattro padelisti reatini? «Sostanzialmente si tratta di un assortimento di abbigliamento e attrezzatura tecnica griffata Orven – spiega nel dettaglio Palenga – con la quale abbiamo l’obbligo di scendere in campo nei vari tornei, oltre a postare sui social le foto che ci ritraggono con il loro marchio: di fatto è una sponsorizzazione tecnica a tutti gli effetti, come avviene anche in altri sport, dal calcio, al futsal, dal basket al tennis e altri ancora. Ma questo chiaramente ci consente di affrontare anche tornei di un certo spessore, supportati dalla nostra società, la Ternana Padel, con la possibilità di migliorare la categoria ed il piazzamento personale: per il momento sia io, che le due ragazze, Shanti e Lucia, siamo classificati 4 n.c, mentre Alessio è un 3.1 (il top è 1.1) ed in base ai risultati ottenuti si sale o si scende».

A Rieti la disciplina sta prendendo sempre più piede: inizialmente si giocava solo sulla terra rossa del campo ricavato nel centro sportivo adiacente alla Questura di Rieti, ora invece è possibile cimentarsi nel padel sia al centro sportivo “Gudini”, che alla “Foresta” e c’è da scommettere che ai quattro ragazzi tesserati con la Ternana Padel, molto presto nasceranno altre stelle di uno sport che è una via di mezzo tra il tennis e lo squash. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma, sul tram 8 l'incontro con l'assassino

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma