Lodi, dimenticarono garze nell'addome di una paziente: condannati due chirurghi

Martedì 27 Marzo 2018
Un ospedale
Due medici che erano in servizio all'ospedale Maggiore di Lodi sono stati condannati a sei mesi di reclusione ciascuno per lesioni colpose per aver lasciato due tamponi di garza lunghi circa 20 centimetri nell'addome di una paziente di 40 anni.

La donna era stata sottoposta a un intervento chirurgico ginecologico nel novembre del 2012 ed era stata quindi dimessa dopo una decina di giorni nonostante lamentasse forti dolori. Il medico di famiglia poco tempo dopo si era accorto dell'anomalia e la donna era stata sottoposta a un nuovo intervento d'urgenza per la rimozione dei corpi estranei, che stavano causando un processo infettivo nell'intestino. La pena è sospesa ma il tribunale di Lodi ha anche riconosciuto a marito e figlia della paziente una provvisionale immediatamente esecutiva di 10mila euro.
Ultimo aggiornamento: 28 Marzo, 16:32 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

La nuova frontiera del golf: imbucare tirando con i piedi

di Mimmo Ferretti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma