DONALD TRUMP

Chi è Melania Trump: dieci curiosità sulla moglie del tycoon

Martedì 8 Novembre 2016 di Federica Macagnone
Ha sostenuto il marito in ogni passo della corsa alla Casa Bianca, definendolo l'uomo giusto per far tornare grande l'America. L'ex modella Melanija Knavs, germanizzata come Melania Knauss, è da 11 anni la moglie di The Donald. Tuttavia, oltre al cognome famoso, ancora poco si sa della donna che fece perdere la testa al tycoon. Ecco dieci curiosità che possono aiutare a comprendere chi è la signora Trump.
 
 


È cresciuta nella Jugoslavia comunista e parla cinque lingue. Nata a Sevnica (Slovenia) il 26 aprile 1970, parla sloveno, inglese, francese, serbo e tedesco. Abilità linguistiche che potrebbe rivelarsi utili alla Casa Bianca, ma che l'hanno tenuta lontana dai discorsi pubblici: il suo accento marcato, oltre alla clamorosa accusa di plagio, le hanno garantito soltanto due interventi pubblici durante la campagna elettorale del marito. Melania, dunque, potrebbe essere la prima first lady nata in una nazione comunista.

È la terza moglie di Donald. Melania Knauss iniziò a uscire con Trump nel 1998, lo sposò nel 2005 e diede alla luce il loro figlio, Barron, l'anno successivo. Prima di Melania, Donald era stato sposato con Marla Maples, personaggio televisivo, ex reginetta di bellezza e madre di Tiffany Trump. La coppia aveva iniziato a frequentarsi mentre l'uomo d'affari era ancora sposato con la prima moglie, Ivana Zelnickova, che aveva sposato nel 1977 e dal quale aveva avuto tre figli: Ivanka, Eric e primogenito Donald Trump Jr che è di appena 8 anni più giovane della matrigna Melania.

I Clinton furono invitati al loro matrimonio. Bill e Hillary Clinton furono tra i 350 ospiti di Melania e Donald che convolarono a nozze a Palm Beach, in Florida. Secondo GQ, la sposa indossava un abito di Dior da 100mila dollari: adornato di 1.500 cristalli, furono necessarie 550 ore per confezionarlo. L'abito era così impegnativo e difficile da gestire che Melissa decise di cambiarlo con un Vera Wang per il party a bordo piscina. L'anello nuziale, con uno smeraldo da 12 carati, si vocifera abbia un valore di 1,5 milioni di dollari.

Sarebbe l'unica first lady ad aver posato nuda... Tre anni prima di incontrare Donald Trump, la 25enne Melania posò nuda per un mensile maschile francese. Nel 2000 venne immortalata senza vestiti: le foto diventarono la copertina di gennaio di GQ.

...ma non l'unica straniera. Non sarebbe la prima moglie di un presidente a nascere in un altro Paese: la prima fu Louisa Adams, consorte inglese del presidente John Quincy. Né sarebbe la prima first lady ad aver sposato un uomo divorziato (Nancy Reagan). Inoltre sarebbe la terza first lady ad aver lavorato come modella, dopo Pat Nixon e Betty Ford.

Non è timida. E a confermarlo sarebbero alcuni rumor che descrivono Melania come assolutamente non intimidita dal parlare pubblicamente della sua vita sessuale. Nel 2000, infatti, Melania lasciò senza parole un amico del marito, Howard Stern, confessando dettagli intimi del suo rapporto con The Donald. «Facciamo un sesso incredibile - avrebbe detto - almeno una volta al giorno. A volte anche di più».

Ha un fratellastro “segreto”. Il padre di Melania, Victor Knavs, che lei descrive come grande lavoratore e di stampo tradizionale, ha avuto un figlio, Denis Cigelnjak, prima di sposare la madre della modella. Knavs, che non ha mai contattato il figlio né riconosciuto la sua esistenza, ha accettato di pagare il suo mantenimento dopo una estenuante battaglia legale. Melania inizialmente ha respinto le voci sul fratello dichiarandole false, ma poi, di fronte ai documenti del tribunale, è stata costretta ad ammettere la sua esistenza, sostenendo di non aver ben capito la domanda in precedenza.

Sta crescendo il figlio a immagine e somiglianza del tycoon. Lo chiamano “Little Donald”, ha dieci anni, ama indossare abiti e cravatte e gioca a golf come suo padre. Stiamo parlando di Barron, l'ultimo figlio di Trump, che licenzia bambinaie e governanti e adora l'attitudine del padre a comandare. «È molto forte, intelligente, indipendente, supponente e sa esattamente quello che vuole - ha detto Melania - A volte lo chiamo “Little Donald”. È un mix tra me e il padre, ma ha una personalità ben definita».

Le accuse di plagio. È stato uno degli scivoloni che hanno segnato la prima serata della convention repubblicana lo scorso luglio: era atteso come il momento clou e invece l'intervento della aspirante first lady si è trasformato in crogiolo di polemiche dopo che è stato notato come il suo discorso, in alcuni passaggi - due in particolare - fosse quasi identico a quello pronunciato da Michelle Obama nel 2008 e proprio durante la convention democratica che incoronò Barack Obama candidato alla presidenza. Meredith Mciver, dello staff del tycoon e autrice del discorso, ammise le sue responsabilità e chiese scusa per il plagio, presentando le sue dimissioni. Queste ultime però furono respinte dallo staff di Trump. Da quel momento non ci furono altri discorsi, a parte un intervento in Pennsylvania.

Sfilate sotto accusa. Secondo contratti e documenti di cui è venuta in possesso la Associated Press, la signora Trump esercitò la professione di modella negli Stati Uniti almeno 10 volte prima di ricevere il regolare permesso di lavoro, prestazioni retribuite con una cifra superiore ai 20mila dollari. Melania Trump, che ha ricevuto la "green card" nel 2001 ed è diventata cittadina Usa nel 2006, ha sempre affermato di essere arrivata nel Paese legalmente e di non aver mai violato le norme sull'immigrazione. E pensare che la linea dura contro gli immigrati illegali rappresenta il cuore del suo programma elettorale di The Donald.  Ultimo aggiornamento: 09:23 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

La Roma di Max Pezzali: questa città è difficile, ma ci vivrei

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma