Napoli-Milan 4-2, poker degli azzurri. Le doppiette di Milik e Callejon stendono i rossoneri. Espulsi Sarri, Kucka e Niang

Sabato 27 Agosto 2016 di Pasquale Tina
2

Gol e spettacolo al San Paolo. Il Napoli batte 4-2 il Milan, conquistando il primo successo del dopo Higuain. Doppiette di Milik e Callejon per la squadra di Sarri. Buona, comunque, la reazione rossonera nella ripresa, culminata nella momentanea rimonta griffata Niang e Suso. Milan che si fa apprezzare in avvio per la buona organizzazione di gioco e per l’insistito possesso palla.

All’8’ l’unica occasione da gol, ma clamorosa: Niang dalla sinistra imbecca Abate che da due passi, a porta vuota, spara altissimo. Il Napoli è più efficace 10’ dopo: destro a giro di Mertens, palo, palla tra i piedi di Milik che la tocca in modo sporco ma efficace, firmando il suo primo gol ufficiale in maglia azzurra. La rete dell’attaccante polacco spegne gli ardori rossoneri e scuote i partenopei, che sfiorano il raddoppio poco più tardi con un’altra conclusione deliziosa di Mertens, deviata oltre la traversa da Donnarumma. Il belga è scatenato ed al 32’ impegna ancora il portiere rossonero con un destro secco dal limite.

Dal corner arriva il 2-0: stacco imperioso di Milik che anticipa tutti e insacca di testa. Il Milan riapre i giochi ad inizio ripresa. Niang, dopo aver sparato sull’esterno della rete, aggiusta la mira al 6’ e batte Reina, non impeccabile nella circostanza. Sarri si lamenta per un fallo a centrocampo e viene espulso, il Napoli sbanda ed al 9’ viene riacciuffato da un bolide di sinistro di Suso. Tutto da rifare per i partenopei, che si gettano a capofitto in attacco alla ricerca del nuovo vantaggio.

Entra Zielinski per Allan ed un minuto dopo, al 29’, una ripartenza dell’ex empolese innesca Mertens: miracolo di Donnarumma, ma sulla ribattuta segna Callejon. Il Milan perde la testa e subito dopo Kucka rimedia due gialli in pochi secondi, lasciando i compagni in dieci. Montella rinuncia a Bacca, inserisce Sosa e sposta Niang centravanti. Nel finale entra pure Lapadula per Suso. Grande nervosismo negli ultimi minuti: espulso anche Niang. In 11 contro 9, il Napoli chiude i giochi a tempo scaduto con Callejon, che realizza dopo un pasticcio di Romagnoli.

LEGGI LA CRONACA
 

Ultimo aggiornamento: 28 Agosto, 00:15


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Che cosa fa litigare i negozianti e i padroni dei cani

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma