Ztl, il Comune passa alla linea dura: arrivano le multe. E nei prossimi weekend le rimozioni

Martedì 7 Agosto 2018 di Renato Vigna
Parcheggio selvaggio a piazza del Comune a Viterbo
Ztl, non si scherza più. Se nei primi giorni dopo l’introduzione del divieto il Comune aveva usato le buone maniera, ora la strategia è cambiata. E i risultati si vedono: nel carniere dei vigili urbani questo fine settimana sono fine una cinquantina di multe. «Perché si capisca che facciamo sul serio», dice l’assessore Claudia Nunzi. Del resto, il primo weekend con lo stop alle auto nel centro storico era stato caratterizzato dalla linea morbida: nei giorni precedenti, il Comune aveva lanciato sulla pagina Facebook istituzionale la campagna #LiberiamolePiazze, fornendo indicazioni ai giovani su dove parcheggiare per raggiungere le zone dello struscio ma, al contempo, avvertendo che ci sarebbero stati controlli.

«Il tam tam sembra aver funzionato», commentava soddisfatta la giovane assessore in quota Lega, di fronte alle piazze stranamente libere dalle auto. Ma, proprio perché i viterbesi sono duri a perdere le brutte abitudini, da Palazzo dei Priori avevano avvertito che il successivo finesettimana sarebbero scattate le sanzioni. E così è stato: «Abbiamo allargato i controlli anche ad altre zone del centro, come piazza della Repubblica e piazza Fontana Grande. Abbiamo anche mandato i vigili – racconta – a controllare via della Sapienza. E nei prossimi giorni le verifiche si allargheranno ancora».

I vigili del fuoco hanno infatti allertato il Comune, segnalando che spesso i loro mezzi non riescono a transitare per le vie del centro storico a causa della auto parcheggiate in divieto. «I pompieri – continua Nunzi – hanno un percorso obbligato da seguire quando vengono chiamati. Percorso che comprende anche via Mazzini e via Emilio Bianchi. In queste aree faremo in modo di vigilare perché non ci siano più vetture a intralciare le vie di fuga dei mezzi di soccorso».

Ma non finisce qui: il rispetto della ztl verrà garantito con un crescendo di iniziative che sfoceranno con le rimozioni delle auto. «Tra due weekend – avverte l’assessore – scatterà la linea dura: i mezzi lasciati in divieto verranno portati via. Abbiamo dato il tempo di adeguarsi alle nuove disposizioni. Chi non lo farà, ne pagherà le conseguenze». Al momento, è la polizia locale a pattugliare il centro grazie agli agenti che, su base volontaria, hanno accettato di coprire parte del turno notturno con gli straordinari. Ma il sabato e la domenica ci saranno anche le forze dell’ordine a dare una mano. E sfuggire ai controlli sarà alquanto difficile.
  Ultimo aggiornamento: 16:50 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Se il pupo gioca a pallone il Natale costa 200 euro

di Mimmo Ferretti