Di Maio apre sui voucher: «Sì in agricoltura e turismo, no ad abusi»

«Se i voucher possono servire a settori come l'agricoltura e il turismo, per specifiche competenze, allora ben vengano», «l'unica cosa che chiedo alle forze di maggioranza è quella di evitare abusi in futuro». Così il ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico, Luigi Di Maio, presentando le linee guida dei suoi dicasteri al Senato.

«Con l'abolizione dei voucher è venuto meno uno strumento di pagamento del lavoro accessorio, come colf, baby sitter, giardinieri. Lavori del tutto dignitosi ma non inquadrabili in nessun contratto, se non quelli a chiamata. Su queste categorie è doveroso fare un riflessione che partirà dal Parlamento ma che non prevede di lasciare nessuno spazio allo sfruttamento. Questo sarà il punto di partenza». 

A margine dell'audizione in Senato Di Maio ha parlato anche dei vitalizi. «Noi ci aspettiamo che i vitalizi vengano aboliti sul serio senza annacquare i conti perché l'obiettivo è tagliare il 99%-100% dei soldi che vanno ingiustamente agli ex parlamentari e su questo la Lega mi ha dato tutta la disponibilità a votare il taglio dei vitalizi». 
Mercoledì 11 Luglio 2018 - Ultimo aggiornamento: 12-07-2018 10:41

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 6 commenti presenti
2018-07-11 23:28:06
abbipazienza 19.26,57 ma la faccia finita, un conto è metterei voucher per tutti i lavori, altro è metterli per certi lavori in Agricoltura e nel settore Turismo che c'è solo peu massimo tre mesi e bisogna pregare perche' faccia tempo buono e si possa lavorare tutti o quasi i giorni...!!! Lei sicuramente avra' il suo stipendio, o la sua pensione, quindi che je frega di quello che potrebbe accadere a chi deve fare i conti , giornalmente?
QUICKMAP