Unicorn food, in cucina arrivano le (coloratissime) ricette della felicità

Martedì 12 Giugno 2018 di Valeria Arnaldi
Unicorn food

Succo di cavolo rosso “corretto” con limone per ottenere il blu. Barbabietola, invece, per il viola. Curcuma per il giallo, lampone per creare rosso e rosa, tè matcha per il verde. E così via. È decisamente ricca la tavolozza della dispensa, tanto da consentire di realizzare piatti “da favola” .
 

 

Tra dolce e salato, dalla Vellutata viola vorticosa fino al Mocktail galaxy, sono arcobaleno le ricette proposte da Sandra Mahut in “Unicorn Food. Colorato & naturale” (L’ippocampo), speciale ricettario consacrato a uno dei trend del momento, la passione per gli unicorni, che, dopo essere  comparsi su magliette, borse, emoticon, e aver regalato suggestioni perfino al Frappuccino di Starbucks, cui hanno dato nome e sfumature affascinando appassionati e media, ora vanno alla conquista delle tavole di casa, con quelle che Mauhut definisce «le ricette della felicità».

Scopo del libro, che propone trentacinque preparazioni dalle tinte pop rigorosamente naturali, spiega l’autrice, è «portare l’arcobaleno nel piatto in modo sano, grazie a preparazioni tanto equilibrate quanto ricche di colori, che delizieranno gli occhi e le papille».
Ed è subito - anzi, è ancora di più - moda.

Si comincia dai Mermaid toast, a base di formaggio cremoso unito a spirulina, coulis di lampone o ribes nero, per farlo diventare blu e rosa, spolverato con zucchero glitterato.
Si prosegue con i Pancake unicorno, a tre o quattro nuance, facili e veloci da preparare - bastano dieci minuti e trenta di riposo - impreziositi con cioccolato bianco sciolto, scaglie di cocco e decorazioni varie  a farne una sorta di “gioiello”.

E ancora Cupcake Rainbow, Maki unicorno, Croque-monsieur da aprire per scoprirne la sorpresa di colore, Tiramisù rainbow con “corno” di zucchero a guarnire, popcorn e smoothie in più tonalità, fino ad arrivare alla Unicorn cake, vera e propria scultura dolce a forma di unicorno, con orecchie, corno e occhi realizzati in pasta di zucchero e una golosa criniera di meringa svizzera.
L’obiettivo è sorprendere e strappare un sorriso. Il trucco è dare libero sfogo alla fantasia. Il segreto è nelle «decorazioni brillanti variopinte». Per regalarsi suggestioni da sogno in un morso.  

Ultimo aggiornamento: 18 Giugno, 22:14 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma, domani all’Olimpico contro il CSKA: il successo è obbligatorio

di Ugo Trani