17 aprile 1848 Papa Pio IX ordinò di abbattere il muro che circondava il ghetto ebraico

Martedì 17 Aprile 2018 di Enrico Gregori
1
Il 17 aprile 1848, papa Pio IX ordinò di abbattere il muro che circondava il ghetto ebraico di Roma. Con la proclamazione della Repubblica Romana, nel 1849, la segregazione fu abolita e gli ebrei emancipati. Caduta la Repubblica, lo stesso pontefice obbligò gli ebrei a rientrare nel quartiere sia pure ormai privo di porte e recinzione.

L’Italia è l’unico paese – oltre la Palestina e terre finitime – che ha una storia ebraica continua e ininterrotta. La Comunità ebraica di Roma è la più antica d’Europa: si hanno notizie di Ebrei che abitavano in questa città già nel secondo secolo avanti Cristo; altri sopraggiunsero numerosi, dopo il 63 a.C. venuti con Pompeo, conquistatore della Giudea; quindi la Comunità Ebraica di Roma è ben più antica del Papato. © RIPRODUZIONE RISERVATA