Beffa Capitale/ La toppa giudiziaria al posto dell’asfalto

di Mario Ajello
Le buche di Roma come il racconto di Gogol. Finiremo per trovarle vestite in divisa da cancelliere di procura. O agghindate da usciere di tribunale, come il naso dell’omonimo testo dello scrittore russo che passava da un volto all’altro e da una situazione all’altra (lo videro perfino in tenuta da consigliere di Stato), in una strepitosa satira dell’assurdità e dell’invadenza burocratica? Di sicuro, invece di toglierle dalle strade ricoprendole con una coltre di asfalto vero, come vorrebbero il buon senso e...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Venerdì 9 Marzo 2018 - Ultimo aggiornamento: 00:16

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
2018-03-09 08:58:26
I fan di Virginia dicono che anche le buche sono diventate onnipresenti perchè fanno parte di un Gomblotto politico per silurare la bella addormentata.
2018-03-09 07:40:18
Abbiamo visto la fine dell'impero sovietico, la Cina divenire un gigante economico capitalista, la Brexit, l'arrivo di Trump, la folgorante ascesa e la mesta caduta di Renzi e del PD. Vedremo anche il Messaggero criticare in altri termini Virginia Raggi. Paolo Diamante Roma
2018-03-09 10:35:28
basta leggere certi commenti su questo sito per capire che la cosa importante sembra proprio dare contro al sindaco. Poco male, chi ha un cervello lo continua ad usare....
3
  • 3
QUICKMAP