Mattarella: «Ora responsabilità, si pensi all'interesse del Paese»

«Le donne parlamentari hanno, spesso, all'occorrenza, saputo intendersi; e operare, impegnarsi, battersi insieme. Credo che questo rappresenti una lezione repubblicana. Abbiamo ancora -e questo vale per tutti- avremo sempre bisogno di questa attitudine, del senso di responsabilità di saper collocare al centro l'interesse generale del Paese e dei suoi cittadini». Lo ha affermato il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in occasione della celebrazione al Quirinale della Giornata internazionale della donna.

Il Capo dello Stato, in particolare, ha ricordato a mò di esempio, la riforma del diritto di famiglia, che «vide la luce appena un anno dopo lo scontro referendario sul divorzio. Il Paese allora si divise; in maniera accesa. Ma in Parlamento, dopo soltanto pochi mesi, vi fu la capacità di raggiungere un compromesso alto, su materia fondamentale, con una normativa di grande valore e qualità». 
Tra gli ospiti anche il vicepresidente della Camera e candidato premier M5s, Luigi Di Maio.




«Ogni energia va profusa per prevenire e impedire che le donne diventino il bersaglio dell'odio e del risentimento», ha detto il presidente Sergio Mattarella. Bisogna tutti avere «senso di responsabilità» e pensare al bene generale dei cittadini, ha detto il presidente Sergio Mattarella.

 
Giovedì 8 Marzo 2018 - Ultimo aggiornamento: 09-03-2018 07:48

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 26 commenti presenti
2018-03-08 12:43:20
Che dopo 70 anni dalla nascita della Repubblica ci sia un presidente che si sente in dovere di dire "si pensi al bene del paese" mi riempie di profonda tristezza e rabbia. Vuol dire che in questi 70 anni la politica ha fatto tutto tranne che lavorare per i cittadini. Non a caso il paese è allo sbando quasi totale; e non saranno certo le nuove forze in campo a risolvere i problemi. In 70 anni le lobbies, tutte, compresa quella della politica, hanno sistemato "legalmente" le cose in modo che nessuno possa modificare niente a meno di una profonda rivoluzione sociale per cui serve una cosa che sembra in Italia non ci sia più; le palle!
2018-03-08 14:54:50
ma perchè fino ad ora a chi si è pensato? verrebbe da dire al bene di partiti, movimenti, deputati e senatori
2018-03-08 15:27:01
il pd e il suo segretario ci avevano pensato all'interesse del pase ma gli italiani li hanno bocciati sia al referendum sia alle politiche. Che cercate adesso? avete voluta la bicicletta e allora pedalate e non cercate agganci col PD . E agli eletti PD dico state attenti a voler occupare per forza posti di governo. per ora fate opposizione costruttiva ma pur sempre opposizione altrimenti la prossima volta scomparirete del tutto.
2018-03-08 13:04:30
Mattarella: «Ora responsabilità, si pensi all'interesse del Paese» "Interessi del Paese? " disse l'onorevole " .. ma perché dobbiamo pensare anche a quello? Ma allora qui non si finisce mai di lavorare!" Una libera battuta? Dovrebbe esserlo,ma - oggi come oggi - ci sono dubbi che lo sia!
2018-03-08 14:03:59
Ma come? Quelli che hanno vinto, durante la campagna elettorale, hanno detto che avrebbero risolto tutto?
26
  • 26
QUICKMAP