Elezioni, Mattarella chiede realismo: indispensabile mediare

Mattarella (ansa)
di Alberto Gentili
Sergio Mattarella attende con pazienza che vengano ammainate i vessilli di guerra. Aspetta che Luigi Di Maio e Matteo Salvini la smettano di proclamarsi vincitori e acquisiscano la consapevolezza di non avere i numeri in Parlamento per formare un governo. E spera che il Pd (le accuse di Renzi non sono passate inosservate, innescando un moto di amarezza) ritrovi al più presto la bussola: l'avvitamento del Partito democratico, che ha garantito in questi anni la governabilità, allarma non poco. LEGGI ANCHE: Elezioni,...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Mercoledì 7 Marzo 2018 - Ultimo aggiornamento: 08:09

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 11 commenti presenti
2018-03-07 12:01:47
Mattarella e' il primo responsabile di questo scempio di legge elettorale e' lui che con la sua firma ha avallato questa schifezza
2018-03-07 09:13:27
Se il futuro è tutto da disegnare, una cosa è certa, il bullo di Rignano prende sberle da tutte le parti
2018-03-07 12:40:39
Esatto Vinc-RM. Il bulletto di Rignano ha preso una tramvata tale che non ha sentito il suono del gong e va imperterrito alla carica contro i cittadini elettori che ancora non hanno capito il suo grande genio strategico. Ci saranno poi nel suo partito morente anche quelli che lo acclamano, incitandolo ad andare avanti "Asta la muerte" ! Contenti loro !!!
2018-03-07 14:06:51
mattarella ha la grande responsabilita' di aver firmato una legge elettorale palesemente anticostituzionale ed invisa agli elettori che avevano chiaramente indicato come non accettassero che fossero i partiti a scegliere i candidati. Adesso ha in mano lui la patata bollente. Se ne facesse una ragione.
2018-03-08 12:42:24
il caos di una repubblica parlamentare nata dal compromesso tra le varie forze politiche del dopo 8 settembre 1943. La casta per perpetrarsi si è modellata una legge elettorale a loro immagine e somiglianza
11
  • 208
QUICKMAP