Conti segreti e vacanze a Dubai «per pagare i giudici corrotti»

di Valentina Errante
ROMA La giustizia amministrativa e quella penale. Il sistema Amara-Calafiore controllava e garantiva risultati certi, per i clienti eccellenti e per i propri interessi. Gli atti delle inchieste di Roma e Messina rinviano ad altri fascicoli: da quello romano su Consip a quello milanese sulle presunte tangenti Eni. Primi attori sono i magistrati disposti a tutto, almeno secondo l’accusa, come Riccardo Virgilio, ex presidente della IV sezione del Consiglio di Stato, pronto a riassegnare gli appalti Consip, e Giancarlo Longo, il pm di...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Mercoledì 7 Febbraio 2018 - Ultimo aggiornamento: 21:05

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 15 commenti presenti
2018-02-07 12:00:47
Annamo bbene!
2018-02-07 11:34:09
...e poi dicono che bisogna aver fiducia nella giustizia. E quando l'indagato - eccellente o non - dice " sono sereno e fiducioso nella giustizia - ormai il sospetto è : " chissà quanto ha pagato!" Questa è una Italia da rifondare!
2018-02-07 10:24:43
Paolo Borsellino diceva:"Politica e mafia sono due poteri che vivono sul controllo dello stesso territorio: o si fanno la guerra o si mettono d'accordo". Forse è giunta ora di fare la guerra se no si rischia che il tumore uccida per sempre questo paese.
2018-02-07 10:23:26
Ci sono giudici disponibili per giudicare i giudici corrotti? Mary
2018-02-07 10:05:30
Che altro si pu√≤ dire o commentare ? Ogni giorno che passa si conferma il dato che l' Italia √® uno dei paesi pi√Ļ corrotti del mondo, sia ad alto che basso livello. Chi pu√≤ lo fa, incurante del baratro che sta aprendo al suo stesso paese. In fondo, gli italiani meritano tutto questo, non sono un popolo, ma un popolicchio di quaquaraqu√†.
15
  • 343
QUICKMAP