Tombari (Walà): “un vantaggio per la rete. Per questo entriamo in AIWA”

Tombari (Walà): un vantaggio per la rete. Per questo entriamo in AIWA
2 Minuti di Lettura
Venerdì 11 Marzo 2022, 12:00 - Ultimo aggiornamento: 24 Marzo, 12:00

Walà Srl Società Benefit entra nella compagine di AIWA portando le sue expertises sul mondo del Welfare integrato ad alto valore sociale

Fondata a novembre dello scorso anno da Martina Tombari e Domenico De Liso, Walà Srl Società Benefit si occupa di accompagnare Aziende, Pubbliche Amministrazioni, Enti del Terzo Settore e Fondazioni nella costruzione e nello sviluppo di progetti di Welfare ad elevato valore sociale e territoriale, con una particolare attenzione ai temi della qualità, del benessere e della sostenibilità.

Walà è in grado di progettare e realizzare, nei diversi territori, sistemi di Welfare integrato, individuando e coinvolgendo gli attori necessari, sviluppando sistemi di relazione e di scambio capaci di produrre valore per tutti gli stakeholder. Si rivolge altresì alle Aziende per supportarle nei loro progetti rivolti ad aumentare il benessere delle proprie Risorse Umane, per rafforzare la Diversity & Inclusion e per ampliare l’impegno della Responsabilità Sociale d’Impresa e collabora con le Pubbliche Amministrazioni, Enti del Terzo Settore e Fondazioni progettando articolati programmi o singole azioni di Welfare.

«L’eterogeneità degli associati – ha commentato Emmanuele Massagli, Presidente AIWA – rimane uno dei tratti peculiari di AIWA. Walà ci arricchisce di una sensibilità sociale marcata, dello sguardo rivolto al Terzo Settore e da un esplicito tentativo di coniugare welfare aziendale e welfare pubblico, realizzando così quel “welfare mix” spesso citato nei convegni, ma ancora poco presente nei territori. Assai preziosa anche l’attenzione alla formazione dei futuri welfare manager, che ha generato il percorso formativo di cui anche AIWA è partner».

È da evidenziare, inoltre, che Walà si avvale di un network multidisciplinare composto da professionisti e da organizzazioni capaci, con il loro apporto, di accrescere il valore complessivo dei progetti proposti.

La costituzione di questa rete permette di rispondere in maniera efficace alle sfide e agli stimoli di territori e aziende che vogliono intraprendere azioni di welfare, creando spazi di collaborazione tra politiche pubbliche e iniziative private come anche tra interventi degli enti del terzo settore e quelli del mondo profit, al fine di personalizzare al massimo le risposte ai reali bisogni dei lavoratori e dei cittadini, creando valore per i t erritori e per le imprese di ogni dimensione.

«“Sistema” e “integrato” sono termini che sempre più negli ultimi anni hanno accompagnato il discorso pubblico sul welfare. Eppure – ha commentato Martina Tombari, CEO e Co-Founder Walà – è solo in fase embrionale l’approccio a un welfare in grado di “fare sistema”, capace di “integrare” i diversi welfare esistenti. In questo vuoto di ownership, l’integrazione dei sistemi di welfare resta una sfida tutta da giocare, individuando nuove modalità operative capaci di far diventare la ricomposizione delle opportunità un vantaggio per ciascun attore della rete (enti pubblici, imprese profit, imprese no profit, cittadini e lavoratori). È con questo obiettivo e auspicio che entriamo in AIWA».

L'articolo Tombari (Walà): “un vantaggio per la rete. Per questo entriamo in AIWA” proviene da WeWelfare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA