Se non ci pensa lo Stato. Il welfare del Barone Colucci

Mercoledì 22 Luglio 2020

Vitantonio Colucci, imprenditore barese del Gruppo industriale Plastic-Puglia, concede un bonus bebé di 300 euro al mese per un anno incentivando la genitorialità dei dipendenti

Ripartire dalla natalità per il rilancio del paese e contrastare il crollo demografico. Preso atto che lo Stato non favorisce aiuti strumentali alla genitorialità, l’imprenditore Vitantonio Colucci, fondatore e titolare dal 1967 del Gruppo industriale Plastic-Puglia – che coi suoi 180 dipendenti è leader a livello mondiale nel settore dell’irrigazione di precisione di Monopoli (Bari) – ha istituito un bonus di 300 euro al mese per un anno per ogni lavoratore in attesa di un bebé.

«Ho deciso di istituire questo nuovo bonus – afferma il Grand’Uff. Colucci – perché noto con rammarico che lo Stato non dedica particolare attenzione al drammatico calo demografico che continua a investire l’Italia. La somma che metto a disposizione dei miei dipendenti aiuterà ad affrontare le prime più indispensabili spese che comporta l’arrivo di un neonato. Mi auguro possa costituire un incentivo a far nascere altri bambini»

L'articolo Se non ci pensa lo Stato. Il welfare del Barone Colucci proviene da WeWelfare.

Ultimo aggiornamento: 30 Luglio, 11:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA