Romics 25, cosa c’è da sapere sulla fiera romana del fumetto

Venerdì 5 Aprile 2019 di Nicolas Lozito

È cominciata ieri 4 aprile Romics, la fiera romana dedicata al fumetto, al cinema e ai giochi, arrivata alla sua 25° edizione. Questo appuntamento, in programma fino al 7 aprile alla Fiera di Roma, è una delle edizioni con il programma più ricco. Mostre inedite per celebrare gli 80 anni di Batman, tanti incontri dedicati alla fantascienza, e molti super ospiti: dai Romics d'oro, che quest'anno sono Reki Kawahara, Ryan Ottley, Alessandro Bilotta, George Hull e Willem Dafoe, a Cristina d'Avena che torna sul palco di Romics per celebrare la sua nuova tappa artistica dell'ultimo album 'Duets Forever'. 

La fantascienza ha un ruolo centrale in questa edizione della fiera, come spiega la direttrice artistica di Romics Sabrina Perrucca: «Stiamo vivendo un anno simbolo per l'immaginario fantascientifico e distopico: Blade Runner di Ridley Scott è ambientato nel 2019 ed anche il grande cult Akira di Otomo immagina la sua neo Tokyo in questo anno. E, allo stesso tempo nel 2019 si celebra il 50mo anniversario dello sbarco sulla Luna».

Ecco perché quindi nel programma svetta il nome di George Hull, uno dei più importanti concept designer e ricercato dalle major per la sua abilità nell'inventare universi immaginativi, robot, astronavi e paesaggi del futuro. Nel suo curriculum film come: The Matrix: Reloaded, Cloud Atlas, Blade Runner 2049, Star Wars VIII - Gli ultimi Jedi, Guardiani della Galassia Vol. 2, Transformers 3 e il prossimo Godzilla: Kings of Monsters.

Batman, come scritto, compie 80 anni e i festeggiamenti ufficiali arrivano per la prima volta in Italia: a Romics c’è una mostra di tavole originali realizzate da grandi artisti italiani e internazionali e un focus sul rapporto tra il supereroe e l'Italia (fra i nemici italiani dell'uomo pipistrello c'è stato anche Mussolini).

Un’altra mostra è dedicata a Giorgio Cavazzano, con con una grande esposizione di originali, tutti dedicati alla fantascienza e al fantasy, da Dragon Lords a Paperinik e chicche come Devoluzione scritto da Tiziano Sclavi e Maledetta galassia, scritto da Bonvi.

Spazio anche per la Città eterna: Roma sarà protagonista del fumetto 'Eternity', il nuovo lavoro dell’autore Alessandro Bilotta, unico italiano quest’anno tra i Romics d’oro, ovvero i grandi maestri del fumetto premiati durante il festival. Dopo l'avventura editoriale di 'Mercurio Loì, che si è conclusa a marzo, Bilotta ha annunciato che sta già lavorando ad un nuovo progetto, in uscita entro il 2019 sempre per Bonelli Editore. In 'Eternity', dunque, racconta Bilotta all'Adnkronos, «ci sarà ancora Roma e sarà il racconto più superficiale di una Roma contemporanea».

Tra gli altri tantissimi fumetti che verranno presentati si segnala il premio Nuovi Talenti, quest'anno assegnato a Jugband Blues di Matteo Regattin e Simone Perazzone, pubblicato da Edizioni NPE, e altri incontri dedicati ai giovani autori. Venerdì mattina si terrà l’incontro dedicato al “ Il furore della giovinezza nei fumetti targati Coconino Press”, presenti Lorenzo Ghetti e Cheese di Zuzu.

E poi ancora: tornei di carte collezionabili – dal nuovo Dragonball Super Card Game a Yu-Gi-Oh –; postazioni di videogame – con Fortnite Apex Legends, Hearthstone e Fifa; icontri con vari youtubers; il Gran Gala del doppiaggio (saranno presenti, tra gli altri, i doppiatori di Game of Thrones, in attesa della grande stagione finale che partirà il 15 aprile) e l’attessissima gara di Cosplayer: i vincitori andranno in Giappone al concorso mondiale Clara Cow's Cosplay Cup 2019.

Un programma ricchissimo, consultabile interamente sul sito della manifestazione

Infine, domenica si terrà la premiazione delle varie categorie del concorso dedicato ai migliori fumetti dell’anno.

Ecco la lista dei vincitori di quest’anno: 

GRAN PREMIO
La mia cosa preferita sono i mostri di Emil Ferris, Bao Publishing
PREMIO SPECIALE DELLA GIURIA
In cucina con Kafka di Tom Gauld, Libri Mondadori
MIGLIOR LIBRO DI SCUOLA ANGLOAMERICANA
March. La trilogia di John Lewis, Libri Mondadori
MIGLIOR LIBRO DI SCUOLA GIAPPONESE
Crying Freeman di Kazuo Koike e Ryoichi Ikegami, J-Pop Manga
MIGLIOR LIBRO DI SCUOLA EUROPEA
L’uomo a pezzi di Marion Fayolle, Gallucci Editore
MIGLIOR LIBRO DI SCUOLA ITALIANA
Cinzia di Leo Ortolani, Bao Publishing
MIGLIOR LIBRO PER RAGAZZI
Dove non sei tu di Lorenzo Ghetti, Coconino Press – Fandango
La voce delle cose di Cécile Bidault, Comicout
MIGLIOR RISTAMPA
Soulwind di Scott Morse, Edizioni BD
Palestina. Special Edition di Joe Sacco, Libri Mondadori
1° Classificato PREMIO NUOVI TALENTI
Jugband Blues di Matteo Regattin e Simone Perazzone, Edizioni NPE
2° Classificato PREMIO NUOVI TALENTI
Seven Roots Blues di Mattia Valentini, Edizioni NPE
3° Classificato PREMIO NUOVI TALENTI
Kids With Guns di Capitan Artiglio, Bao Publishing
MENZIONE SPECIALE
Il Corvo: Memento Mori, di Roberto Recchioni, Werther Dell’Edera, Giovanna Niro, James O’Barr, Edizioni BD
Passioni di Furio Scarpelli, Gallucci Editore
Oudeis Omnibus di Carmine Di Giandomenico, saldaPress
Il Bivio di Paco Roca e Seguridad Social, Tunuè.

Ultimo aggiornamento: 08:35 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Il marito della sindaca e la tv: «L’unico Matteo è nostro figlio»

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma