Bimbo di tre anni travolto e ucciso
preso il pirata della strada: ha 37 anni

Martedì 24 Giugno 2014

Ha 37 anni, è di origine bulgara e vive a Lido Adriana, vicino Ravenna. E' lui il presunto pirata della strada che domenica sera, alla guida di una Mercedes scura, ha investito e ucciso il piccolo Gionatan di tre anni sulla via Romea sud, alle porte di Ravenna, sotto gli occhi della famiglia..

Gli inquirenti lo hanno bloccato questa mattina. L'uomo è stato arrestato per fuga da incidente con esito mortale e di fermo per omicidio colposo.

A lui gli inquirenti coordinati dal Pm di turno Isabella Cavallari sono arrivati grazie alle testimonianze raccolte e all'esame di varie telecamere di sicurezza. L'uomo è stato raggiunto la scorsa notte nella sua abitazione. Non ha ammesso l'accaduto ma sotto alla sua auto sono stati trovati segni compatibili con il trascinamento del corpo del piccolo. Tanto che il Procuratore capo Alessandro Mancini ha parlato di «indizi gravi e convergenti». La vettura del bulgaro - una Mercedes Clk di colore grigio scuro con targa bulgara - è stata sequestrata. Prima dell'incidente, auto analoga era stata segnalata alle forze dell'ordine sempre in zona Ponte Nuovo da alcuni cittadini perchè notata compiere manovre spericolate.

Il mezzo - una Mercedes di colore scuro con possibile targa straniera - dopo aver centrato il piccolo che attraversava sulle strisce sotto casa a Ponte Nuovo su via Romea sud, ha prima accennato a fermarsi per poi sfrecciare via ad alta velocità in direzione dell'abitato di Classe, frazione adiacente alla Statale 16 Adriatica con la conseguente ampia potenzialità di spostamento. L'incidente si è verificato verso le 20.45 quando il bambino era appena tornato dal mare dove era stato assieme al fratellino maggiore e ai genitori. A un certo punto, quando ormai aveva già attraversato assieme alla madre, è tornato indietro per andare verso il padre che stava scaricando altri oggetti dalla vettura ed è stato travolto dalla Mercedes pirata.

Per dare la caccia all'uomo al volante della vettura, il Pm di turno Isabella Cavallari lunedì mattina aveva convocato dirigenti di polizia Municipale, squadra Mobile e carabinieri del nucleo Investigativo per la ripartizione dei compiti.

Ultimo aggiornamento: 26 Giugno, 13:05 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Con la febbre in aeroporto non si finisce in quarantena

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma