Quirinale, città blindata per l'insediamento del Presidente

Lunedì 2 Febbraio 2015
3
Roma si 'blinda' per il doppio appuntamento di domani con le cerimonie di giuramento e insediamento del nuovo Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella e la visita del neopremier greco Alexis Tsipras nella Capitale.

La sicurezza. Bonifiche, cassonetti sigillati in centro, chiusure di strade 'a soffiettò al passaggio del Capo dello Stato, e tiratori scelti per presidiare i palazzi istituzionali. Lungo il tragitto per la Camera dei deputati il neopresidente sarà scortato dai motociclisti dei carabinieri e poi dai corazzieri fino al Quirinale. Mattarella si recherà anche al Vittoriano per la tradizionale deposizione della corona d'alloro che verrà 'accompagnatà dal sorvolo delle Frecce tricolori.



La circolazione. Strade chiuse e bus deviati domani in occasione della cerimonia di insediamento del Presidente della Repubblica. Il programma prevede, dopo il passaggio alla Camera dei Deputati, quello all'Altare della Patria, in piazza Venezia. Infine, con la scorta dei corazzieri a cavallo, il corteo presidenziale raggiungerà il Quirinale. Dalle 9 al termine della cerimonia saranno chiuse al traffico, largo Chigi, via del Corso, piazza Venezia, piazza San Marco, piazza Madonna di Loreto, via dei Fori Imperiali (da piazza del Colosseo a largo Corrado Ricci), piazza San Marco, piazza Santi Apostoli, via Cesare Battisti, via IV Novembre, largo Magnanapoli, via XXIV Maggio, via del Quirinale. Deviate o limitate le linee di bus e tram lungo il percorso. LO comunica l'Agenzia per la Mobilità.




La cerimoni. Domani, durante la cerimonia del giuramento del presidente della Repubblica, 24 militari dell'Esercito (4 per ciascun 'pezzo') spareranno, con 6 obici, i tradizionali 21 colpi a salve (1 ogni 30 secondi) dal Gianicolo nel preciso momento in cui il neoeletto presidente pronuncerà la formula del giuramento.
Ultimo aggiornamento: 19:53 © RIPRODUZIONE RISERVATA