Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Picchiata e rapinata in appartamento: «Per salvarmi mi sono finta morta»

Picchiata e rapinata in appartamento: «Per salvarmi mi sono finta morta»
di Elisa Giraud
1 Minuto di Lettura
Mercoledì 2 Luglio 2014, 16:01 - Ultimo aggiornamento: 3 Luglio, 14:53
Per salvarmi mi sono finta morta. Sono riuscita a fare un piccolo buco nel cerotto con i denti altrimenti sarei morta soffocata. Carmen Dorigo, 80 anni, l'anziana maestra d’arte che lunedì pomeriggio è stata aggredita e rapinata nel suo appartamento al secondo piano del civico 24 di via Kennedy a Conegliano (Treviso), è ancora sotto choc.



«Ho avuto tanta paura» ha confidato la donna, con un livido sul braccio sinistro. Ieri mattina l'anziana è andata al Pronto soccorso per l'acuirsi dei dolori. «Sono stata immobilizzata - ha raccontato -, mi hanno messo del nastro sulla bocca e sugli occhi, mi hanno legata mani e piedi e chiusa in bagno».
© RIPRODUZIONE RISERVATA